Iscriviti

Italia, torna a salire la curva dei contagi Covid-19

Lo certifica il monitoraggio settimanale da parte dell'ISS. Passano a 4 le regioni a rischio moderato, sale a 34 l'incidenza dei casi ogni 100.000 abitanti, valore che rimane ampiamente sotto la soglia di guardia. Aumentano i sintomatici.

Cronaca
Pubblicato il 22 ottobre 2021, alle ore 17:19

Mi piace
0
0
Italia, torna a salire la curva dei contagi Covid-19

Curva dei contagi da Covi-19 in Italia in lieve rialzo. Lo certifica il monitoraggio settimanale compiuto dall‘Istituto Superiore di Sanità. Non ci sarebbe comunque nulla di cui preoccuparsi, in quanto i valori che si sono registrati in questa settimana dipendono, in tutto o in parte, anche dall’alto numero di tamponi effettuati a causa dell’effetto Green Pass, obbligatorio dal 15 ottobre anche sul posto di lavoro. Venerdì scorso l’incidenza era pari a 29 contagi ogni 100.000 abitanti, questa settimana è salito a 34. L’indice Rt sale lievemente a 0.89.

Continua, di contro, a scendere il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva e nei reparti ordinari degli ospedali. Il tasso di occupazione in terapia intensiva è in diminuzione al 3,9% (rilevazione giornaliera Ministero della Salute del 19/10/2021) rispetto al 4,1 della settimana precedente, con una lieve diminuzione del numero di persone ricoverate da 370 a 355 attuali. Si registra anche un lieve aumento dei casi con sintomi, che questa settimana sono stati 4.759 contro i 4.551 della scorsa settimana

Quattro regioni a rischio moderato

Sul territorio nazionale comunque non si registrano criticità particolari circa la situazione epidemiologica da Covid. Sono quattro le regioni che sono considerate a rischio moderato, ovvero Abruzzo, Campania, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. In Friuli i numeri dipendono anche dalla situazione della provincia di Trieste, che è tra quelle che fa registrare uno dei tassi di contagio più alti in Italia. 

La variante Delta del Covid continua a essere quella prevalente nel nostro Paese così come nel resto d’Europa. Si deve comunque registrare, in Italia, un calo delle somministrazioni delle prime dosi di vaccino, mentre continua senza particolari difficoltà la somministrazione delle seconde e terze dosi. 

La Campania riporta un’allerta di resilienza. La situazione epidemiologica viene costantemente monitorata dalle autorità sanitarie, che ricordano a tutti di come non bisogna abbassare la guardia. Utilizzare mascherine e rispettare il distanziamento sociale sono ancora gesti utili a proteggersi dal contagio, oltre che a vaccinarsi contro il Covid-19.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire di come non bisogna assolutamente abbassare la guardia contro questo patogeno che ha sconvolto le nostre vite. C'è bisogno di vaccinarsi, solo in questa maniera potremo uscire tutti dalla pandemia e riprendere le nostre vite. La pandemia, inoltre, non è ancora finita e per adesso non ci sono notizie che possano far sperare in questo senso.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!