Iscriviti
Firenze

Investe 60enne e lo lascia agonizzante a terra, è caccia al pirata della strada

Il 60enne Eloy Baca Eslava è stato trovato a terra con gravi segni di investimento. L'uomo, che si stava recando al lavoro, è morto poco dopo l'arrivo in ospedale. È ora caccia al pirata della strada che lo ha travolto ed è fuggito.

Cronaca
Pubblicato il 11 gennaio 2023, alle ore 10:49

Mi piace
1
0
Investe 60enne e lo lascia agonizzante a terra, è caccia al pirata della strada

Ascolta questo articolo

La polizia è riuscita a dare un nome all’uomo che è stato trovato steso per strada la mattina di martedì 10 gennaio ad Antella, nel comune di Bagno a Ripoli (Firenze). Si tratta del 60enne Eloy Baca Eslava, che è stato rinvenuto a terra in gravissime condizioni con chiari segni di investimento.

Tutto inizia la mattina di martedì poco prima delle 6, quando un passante trova l’uomo riverso a terra in coincidenza di uno stop e chiama i soccorsi. All’arrivo dei sanitari, l’uomo è già in gravissime condizioni, con escoriazioni a gambe e braccia e la completa rottura del capo, lesioni ritenute in seguito dagli inquirenti come compatibili con un investimento

A sostenere la tesi del pirata della strada, che avrebbe investito l’uomo mentre attraversava sulle strisce pedonali presenti sulla strada o in prossimità di esse, c’è anche il fatto che vicino all’uomo siano stati rinvenuti anche dei pezzi di plastica, che potrebbero essere riconducibili ai fari di un’auto, che si sono probabilmente frantumati durante l’impatto con la vittima.

I sanitari hanno trasportato Eloy in codice rosso all’ospedale Santa Maria Annunziata di Bagno a Ripoli, dove più tardi l’uomo è deceduto a causa delle gravissime ferite riportate nell’investimento. La vittima lavorava come operaio in una ditta con sede a Firenze nord, e quando è stato travolto si stava dirigendo proprio al lavoro, recandosi a piedi alla fermata dell’autobus che prendeva ogni giorno.

Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Firenze, Nucleo Operativo della Compagnia di Oltrarno e Stazione di Grassina, che stanno indagando per chiarire cosa sia accaduto. Dalle prime indiscrezioni, pare che sull’asfalto non ci fossero segni di frenata. Gli inquirenti stanno raccogliendo le immagini riprese dai sistemi di videosorveglianza presenti in zona, sperando che abbiano catturato il pirata della strada che ha investito l’uomo per poi darsi alla fuga senza prestare soccorso.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - L'autista che ha ucciso quest'uomo è un vigliacco, poteva fermarsi e tentare di salvarlo, o quantomeno assisterlo e non lasciarlo solo per parte dei suoi ultimi momenti di vita. Invece ha scelto di scappare, senza neanche constatare lo stato di salute dell'investito, spero che venga rintracciato e che finisca in galera.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!