Iscriviti

Infermiera NoVax contagia una paziente che muore di covid. Il figlio "Smettetela di dire che i vaccini non servono!"

Una donna è morta di Covid a Pistoia contagiata dall'infermiera che l'assistiva per una frattura. Il figlio è furioso e si sfoga dicendo "Invece di credere a qualche sconosciuto che tira fuori teorie strampalate, provate a credere anche a noi".

Cronaca
Pubblicato il 13 settembre 2021, alle ore 13:26

Mi piace
0
0
Infermiera NoVax contagia una paziente che muore di covid. Il figlio "Smettetela di dire che i vaccini non servono!"

Da Pistoia giunge la notizia di una signora, ricoverata per una frattura, che contrae il Covid in ospedale dall’infermiera che la seguiva per la frattura e muore di covid. Mirella Galdacci è una signora di 90 anni che viveva nel comune di Serravalle Pistoiese era ricoverata all’ospedale San Jacopo di Pistoia da metà agosto per una frattura ed era una dei 5 pazienti risultati positivi al Covid dopo i controllo partiti in seguito alla scoperta della positività dell’infermiera NO VAX del reparto.

Mirella non è riuscita a vincere la guerra con il covid e qualche giorno fa, dopo settimane di agonia, è morta per aver contratto l’infezione da coronavirus in ospedale. Il figlio Fabrizio ha affidato ai social ed ai giornali il suo dolore e la sua rabbia per quanto successo.

Il figlio al quotidiano “Il tirreno” ha dichiarato “Mia mamma aveva subito un intervento per una frattura al femore, che è un intervento rischioso ma mia madre lo aveva capito ed aveva accettato di fare l’operazione. L’intervento è andato bene, mia madre non aveva avuto nessun problema ed il decorso era normale. Se non fosse che ha contratto la polmonite da covid che la ha condotta allo stremo, come dichiarato dagli stessi medici che la seguivano”.

Il figlio dice “mia madre è stata contagiata dove invece doveva essere protetta” anche se era vaccinata la polmonite l’ha colpita ed il suo organismo indebolito dall’età ed il suo cuore da 90enne non hanno retto alla pressione della malattia.

L’ultimo saluto

Il figlio ha raccontato di aver ricevuto una telefonata dal medico del raparto di domenica, ed ha aggiunto che ha intuito subito che qualcosa non andava visto che era un giorno festivo. Il dottore mi ha informato della situazione dandomi la possibilità di farle visita. Il loro ultimo saluto è avvenuto domenica scorsa.

Madre e figlio hanno avuto 15 minuti per vedersi e salutarsi. La donna ha riconosciuto il figlio e trovato il fiato per dirgli “Ciao” era ancora lucida ma sapeva, a dire del figlio, che stava per morire perchè lo aveva capito.

Il figlio fa un appello affinchè cambi qualcosa “Invece di credere a qualche sconosciuto che tira fuori teorie strampalate, provate a credete anche a noi che ci siamo trovati nel mare il tempesta. Non è una malattia come un altra. Questa colpisce, lascia il segno, separa le persone nei loro ultimi giorni di vita“. L’uomo dice: “basta dire che i vaccini non servono!” continua l’uomo: “Il virus non esite, non fa nulla, non è un’opinione è un falso”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Vorrei solo chiedere a quell'infermiera: "cosa pensa ne adesso?" Tutti ci possiamo ammalare e contagiare senza farlo apposta ma lei lavora con soggetti e situazioni a rischio dove il contagio può portare all'esito peggiore cosa molto probabilmente evitabile con il vaccino. Detto ciò secondo me se non ti vuoi vaccinare va bene libero di non farlo ma fuori da ospedali e strutture dove puoi decidere tu della vita altrui come se giocassi alla roulette russa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!