Iscriviti

India: bimba uccisa da leopardo mentre dormiva in cortile

Un leopardo sbrana una bimba in india mentre stava dormendo in cortile. La tragedia si è consumata nei pressi della riserva naturale di Katarniaghat, che si trova nel nord dello stato di Uttar Pradesh

Cronaca
Pubblicato il 21 aprile 2014, alle ore 17:33

Mi piace
0
0
India: bimba uccisa da leopardo mentre dormiva in cortile

L’ennesima tragedia si è consumata in India, nei pressi della riserva naturale di Katarniaghat, che si trova nel nord dello stato indiano di Uttar Pradesh. Una bambina di nome Reshma, di soli 8 anni, mentre stava dormendo tranquilla nel cortile che si trova all’interno della sua abitazione, è stata attaccata da un leopardo, che in pochi minuti l’ha sbranata e l’ha uccisa. La notizia è stata resa nota dal Dipartimento forestale locale, che dopo ore di ricerche, ha trovato i resti della piccola a brandelli nel bosco situato a poca distanza dalla casa della piccola.

leopardo-ucchide-bimba-di-8-anni-mentre-dormivaLa tragedia che si è verificata in questa zona dell’India non è un caso isolato. Anche nella zona centrale di L&apos, a New Delhi, lo scorso febbraio un bimbo di 5 anni è stato sorpreso da un felino mentre si recava al bagno posto fuori dalla sua abitazione. Anche per il piccolo non c’era stato nulla da fare, adesso questa nuova tragedia getta nello sconforto molte persone che hanno paura di lasciare i piccoli soli anche per qualche momento, vista la presenza di animali feroci che, anche se vivono nelle riserve, girano indisturbati alla ricerca delle prede da sbranare.

Numerosi sono i bambini che sono deceduti in seguito all’attacco di animali feroci, neanche i controlli della polizia locale riescono ad evitare il verificarsi di queste tragedie. Purtroppo, anche loro si rivelano impotenti di fronte al cambio di percorso che alcuni animali fanno durante le loro passeggiate nelle riserve, al loro fiuto che gli permette di individuare la presenza della carne umana, che diventa irresistibile. C’è da dire invece che numerose abitazioni sorgono proprio in prossimità di riserve naturali e boschi ed è facile che un animale cambi orientamento e si diriga dove lo porta il fiuto.

Le abitazioni che si trovano vicino a boschi e riserve sono per lo più isolate e meno controllate, dunque la presenza di animali in giro non è molto vigilata. I bambini che a volte giocano nell’area delle loro case non avvertono la presenza degli animali, vengono sorpresi nei momenti più impensati e non possono difendersi in alcun modo.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!