Iscriviti

In un video il nuovo sistema degli scafisti per trasportare clandestini in Italia

Il metodo utilizzato dagli scafisti è stato filmato: "navi madri" usate per trasportare abusivamente i profughi in Italia. Sette arresti e una nave madre sequestrata. Il trasporto registrato in un video.

Cronaca
Pubblicato il 24 giugno 2019, alle ore 10:40

Mi piace
3
0

Fatta la legge, trovato l’inganno. I trafficanti di uomini stanno usando nuove tecniche per “scaricare” i migranti in Italia, in nome di un business che – come disse Salvatore Buzzi – “rende più della droga”. Dopo che il governo gialloverde ha chiuso i porti, gli scafisti sono infatti tornati all’antica: usano dei pescherecci per trasportare abusivamente e di nascosto i migranti sulle coste italiane.

Lo stratagemma è semplice: una nave “madre” degli scafisti carica i migranti, li trasporta fino al limite delle acque italiane, li trasborda su dei barchini e se ne torna in Libia, mentre i barchini continuano la loro navigata solitaria fino a raggiungere le coste di Lampedusa. Uno stratagemma che in un solo giorno ha già permesso a quasi 100 clandestini di approdare nel Belpaese.

Le indagini portate avanti dalla Procura di Agrigento hanno permesso l’arresto di 7 trafficanti e il sequestro di una “nave madre” che, alla vista delle Fiamme Gialle, ha tentato di fuggire verso la Libia. Paese martoriato da conflitti militari e che, dalla caduta del regime di Gheddafi, è diventato porto franco per quanti pagano fino a 5mila euro a dei criminali per raggiungere l’Europa.

Un business in piena regola che non accenna a fermarsi, anche perché mascherato da emergenza umanitaria. E così gli scafisti, per aggirare i porti chiusi, hanno messo in piedi questa nuova tecnica. In un video, infatti, si vede l’imbarcazione dei trafficanti trasbordare i passeggeri su dei barchini nei pressi di Lampedusa e poi fare di nuovo rotta verso l’Africa.

La situazione è stata monitorata dalla polizia di Stato grazie a un velivolo messo a disposizione da Frontex. Il passaggio è stato filmato in tutte le sue fasi. La nave madre è stata boccata e 7 persone, sei egiziani e un tunisino, sono state arrestate per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. C’è da temere, però, che questo sia solo l’inizio di un nuovo braccio di ferro con i trafficanti di uomini.

Cosa ne pensa l’autore
Mario Barbato

Mario Barbato - Questa strategia usata dagli scafisti è più insidiosa rispetto all'operato delle Ong. Per il semplice motivo che le navi umanitarie devono per forza di cose chiedere un porto di attracco, quindi sono facilmente individuabili. Questi, invece, scaricano abusivamente i migranti sulle nostre coste e sulle nostre spiagge senza chiedere il permesso a nessuno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!