Iscriviti
Firenze

In 14 nell’appartamento di un palazzo per festeggiare Capodanno: la Polizia ferma tutto, multati

L'episodio si è verificato a Firenze la notte tra il 31 dicembre 2020 e il primo gennaio 2021. Tutti i presenti, ragazzi dai 20 ai 30 anni, sono stati multati per aver violato la disposizioni anti Covid e invitati a tornare alle proprie abitazioni.

Cronaca
Pubblicato il 1 gennaio 2021, alle ore 15:38

Mi piace
0
0
In 14 nell’appartamento di un palazzo per festeggiare Capodanno: la Polizia ferma tutto, multati

Avevano organizzato una festa di fine anno in un appartamento di via Ghibellina a Firenze, ma per 14 giovani tra i 20 e i 30 anni è andata male. I ragazzi non hanno fatto i conti con i vicini, che, allarmati dagli schiamazzi che provenivano dalla casa hanno composto il numero di emergenza 113 e chiamato la Polizia di Stato.

L’immobile in questione è situato all’interno di una palazzina, nel pieno centro storico del capoluogo toscano. Gli agenti sono arrivati in pochi minuti e non ci hanno messo molto a trovare l’appartamento in cui si stava tenendo la festa privata. Alla vista dei poliziotti i giovani sono rimasti attoniti. Le forze dell’ordine hanno provveduto a verificare la situazione, prendendo tutte le generalità dei presenti.

A questo punto agli uomini in divisa non è rimasto altro che elevare una sanzione amministrativa di 400 euro ad ognuno di loro per aver violato le disposizioni anti Covid. Il decreto-legge del 18 dicembre, infatti, vieta assolutamente di creare assembramenti di qualsiasi natura sia all’aperto che al chiuso e i cenoni erano assolutamente vietati. Tutti dovevano rimanere categoricamente nelle abitazioni in questo primo dell’anno. Ma i giovani in questione hanno pensato di violare le disposizioni credendo di non essere beccati. 

Ragazzi tornati subito a casa

A questo punto la Polizia ha fatto sgomberare l’immobile e tutti i ragazzi sono stati invitati a fare rientro nelle proprie abitazioni. Dopo essersi sincerati che la festa “abusiva” fosse finita la volante ha fatto rientro in commissariato. Per motivi di privacy le generalità dei giovani non sono state rese note. I vicini hanno chiamato la Polizia proprio perché avevano capito che in quell’appartamento si stava svolgendo più di una semplice cena di fine anno e hanno chiamato le forze dell’ordine in modo che andassero a verificare.

Lo stesso Governo presieduto da Giuseppe Conte, negli scorsi giorni, aveva precisato che le forze di polizia non potessero entrare in casa delle persone senza un mandato, ma che potevano intervenire solo su segnalazione dei residenti. In questo caso i cittadini in questione si sono mostrati alleati degli uomini in divisa, che hanno fatto rispettare la legislazione vigente in materia di contenimento della pandemia. 

I controlli proseguiranno serrati anche nei prossimi giorni, in quanto l’Italia adesso e fino al 6 gennaio è considerata zona rossa. Solo giorno 4 gennaio 2021 si tornerà per un giorno ad essere arancioni. Le forze dell’ordine sensibilizzano i cittadini a seguire le regole anti contagio impartite dalle autorità sanitarie e a rispettare l’orario del coprifuoco notturno dalle 22:00 alle 5:00 del mattino.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Beccati i primi furbetti del Capodanno. Ancora una volta sono i ragazzi che non rispettano le regole anti pandemia impartite dalle autorità, per questo si deve sensibilizzare la popolazione a continuare nel rispetto delle regole. I contagi stanno tornando a crescere e per questo l'attenzione deve rimanere molto alta in quanto ne va della salute di tutti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!