Iscriviti

Il fidanzato di Luana D’Orazio: "Mi manca, dovevamo sposarci"

Volevano sposarsi Alberto e Luana, insieme da 2 anni ma il loro sogno è stato spezzato da un tragico incidente avvenuto in un'azienda tessile di Montemurlo, in cui Luana lavorava come operaia.

Cronaca
Pubblicato il 6 maggio 2021, alle ore 12:43

Mi piace
1
0
Il fidanzato di Luana D’Orazio: "Mi manca, dovevamo sposarci"

Alberto Orlandi, anche lui operaio di una ditta che produce materassi, fidanzato della povera Luana D’Orazio, vittima di un incidente mortale nella fabbrica tessile di Montemurlo, in cui lavorava, ricorda la donna che amava e confessa che i due si sarebbero dovuti sposare, prima della tragedia che gli ha portato via per sempre la sua ragazza. 

In un’intervista a La Stampa, racconta che le manca il suo sorriso, un suo abbraccio, un suo bacio e che Luana avrebbe dato il mondo per lui. Una storia d’amore bellissima la loro, che il destino ha voluto interrompere così barbaramente. Ora si vive di ricordi…ricordi di un amore straordinario che si stava sempre più concretizzando. 

La sera prima della tragedia

Il 27enne racconta che la sera prima della tragedia i due avevano dormito insieme e poi lui aveva sentito Luana alzarsi per andare a lavoro. Alle 6, come pattuito, Alberto ha ricevuto il messaggio della sua ragazza, dove lo avvisava che fosse tutto ok…un messaggio pieno di cuori e parole dolci, quelli tipici degli innamorati. 

Alle 9:45, invece, è Alberto a inviarle un messaggio, senza ricevere risposta perchè Luana, a quell’ora, purtroppo, è già morta. Alberto spiega che Luana non gli aveva mai parlato dei rischi sul lavoro, anche se capitava che qualche volta si arrabbiasse per non riuscire a staccare all’ora stabilita. Della titolare, aggiunge il giovane, Luana diceva che era gentile. 

I due ragazzi parlavano da tempo di convivenza, col sogno di sposarsi che rimandavano perchè non avevano molti soldi. Il loro obiettivo a breve termine sarebbe stato quello di aspettare fino al prossimo marzo per andare a vivere insieme.Come riportato su La Nazione, Alberto sognava di fare ancora tante cose assieme alla sua Luana, tra cui un viaggio a Parigi.

La loro storia è quella di una giovane, umile coppia, che cerca di costruirsi un futuro, lui con il suo lavoro in un materassificio, lei all’orditura. Ma proprio il lavoro ha spezzato per sempre la loro relazione amorosa. Alberto ora pensa al figlio di Luana, cui è molto affezionato, dicendo che non si sognerebbe mai di abbandonarlo, cos’ come starà accanto a tutta la famiglia della vittima.

Al piccolo, nelle scorse ore, è stato spiegato l’accaduto. Il bambino si è sdraiato sul letto e ha pianto. Poi ha chiesto alla nonna, Emma Marrazzo, di pregare con lui, mettendo sul canale televisivo di Padre Pio e dicendo: “Ma se io piango, Gesù me la ridà mia mamma, la rimanda quaggiù?”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Dai racconti del fidanzato di Luana davvero emerge la bellezza, semplicità e purezza della loro grande storia d'amore... una storia d'amore, fatta di sogni e speranze, spezzate da un tragico destino. Non posso che stringermi, virtualmente, al dolore di tutti coloro che hanno voluto bene a Luana, certa che veglierà su di loro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!