Iscriviti
Roma

Il Covid-19 si porta via la giornalista Livia Giustolisi: aveva 69 anni

La donna è deceduta nella mattina del 29 dicembre presso l'ospedale del Celio a Roma. Figlia d'arte di Franco Giustolisi, giornalista dell'Espresso a cui è stato dedicato un importante premio, coordinato proprio dalla figlia dopo il decesso del papà.

Cronaca
Pubblicato il 29 dicembre 2020, alle ore 18:59

Mi piace
1
0
Il Covid-19 si porta via la giornalista Livia Giustolisi: aveva 69 anni

Il Covid-19 si porta via la collega Livia Giustolisi, giornalista di spicco del panorama dell’informazione italiana e figlia d’arte di Franco Giustolisi, cronista dell’Espresso. Da diverso tempo la donna era ricoverata presso l’ospedale del Celio perché era stata trovata positiva al coronavirus Sars-CoV-2. I medici hanno davvero fatto di tutto per potergli salvare la vita, ma purtroppo non vi è stato nulla da fare. La Giustolisi non ce l’ha fatta a superare la malattia. Ancora una volta il coronavirus si porta quindi via una vita umana. Stavolta a perdere la vita è stata una donna tenace e forte, che ha fatto fino in fondo il suo dovere, ovvero quello di giornalista. 

Alla morte del padre Franco, è stata lei a prendere la guida del Premio Franco Giustolisi, nato nel 2015 grazie alla collaborazione del comune di Sant’Anna di Stazzema, in provincia di Lucca, dove durante la Seconda Guerra Mondiale ci fu un orribile massacro nazista. Proprio il padre di Livia scrisse un libro in cui narrava tutti gli orrori di quel periodo. E il premio dedicato al padre ogni anno premia le migliori inchieste giornalistiche realizzate in Italia. 

Il ricordo dei colleghi

Il decesso di Livia Giustolisi ha scosso interamente il mondo del giornalismo. La donna si è formata professionalmente lavorando prima a “Paese Sera” e poi alla celebre trasmissione televisiva “Il Fatto”, condotta da Enzo Biagi su Rai 1. Una passione forte quella per il giornalismo, che ha portato Livia a raggiungere tantissimi traguardi. Recentemente, secondo quanto riferisce il Corriere della Sera, aveva cominciato a lavorare per la casa editrice legata all’emittente Nuova Eri

Sono tanti i colleghi che la ricordano, come ad esempio la redazione del programma di Rai 3 Report, condotto da Sigfrido Ranucci. “La ricordiamo con gratitudine per il suo impegno e per aver voluto insignire di quel prestigioso riconoscimento l’intera redazione di Report” – questo il commento sulle pagine social lanciato dai componenti della trasmissione punta del giornalismo d’inchiesta italiano. 

Nel 2020 il premio “Franco Giustolisi, giustizia e verità” è stato presieduto da Sandra Bonsanti e ha avuto il patrocinio del comune di Fivizzano, piccola cittadina della Lunigiana. Una perdita quindi molto importante per tutto il mondo dell’informazione. Sicuramente nelle prossime ore arriverà il cordoglio di tantissimi suoi colleghi che l’hanno conosciuta e ammirata. Livia Giustolisi mancherà davvero a tutti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Notizie come questa ci fanno capire che il Covid non guarda in faccia a nessuno, e per questo è importante continuare a seguire le regole anti contagio, come indossare la mascherina e mantenere il distanziamento sociale. Facciamolo davvero per tutti, per i nostri amici, per i nostri cari, per i nostri colleghi. La lotta contro il Covid deve vederci tutti in prima linea.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!