Iscriviti

I compagni disertano la festa di compleanno perché autistico. Per lui arriva una bella sorpresa

Francesco è un bimbo autistico di 4 anni, che ha festeggiato il compleanno da solo, perché della sua classe, alla festa si è presentato solo un bambino. Dopo lo sfogo della madre sui social, il piccolo ha ricevuto una bella sorpresa al Kids Festival di Milano.

Cronaca
Pubblicato il 2 ottobre 2018, alle ore 09:27

Mi piace
6
0

Una sala addobbata in festa, con palloncini e candeline sulla torta. Insomma, tutto era pronto per festeggiare il compleanno di Francesco, un bambino di 4 anni. Ma, dei suoi 23 amici di classe, solo uno ha accettato l’invito e si è presentato.

Il motivo del rifiuto è il disturbo dello spettro autistico di cui soffre Francesco. La storia arriva da Cavezzo, provincia di Modena, ed in poco tempo l’episodio ha fatto il giro del web. A denunciare il triste episodio è la mamma del bimbo, che su Facebook ha scritto: “Non si possono vivere queste cose a quattro anni. Spero che le persone capiscano come ci sentiamo ogni giorno”. Grazie però alla rete, il bimbo autistico ha potuto ricevere una bella sorpresa: è stato invitato a Milano, al Kids Festival, e qui ha festeggiato allegramente.

Lo sfogo della mamma

Maria Giovanna, mamma del bimbo, aveva organizzato una festa per il compleanno di Francesco, presso la sede dell’Onlus Il piccolo Principe, ma nessuno dei 23 invitati, a parte uno vi ha preso parte. In un video condiviso su Facebook, la donna si sfoga: “Per fortuna mio figlio proprio a causa della sua malattia non ha capito cosa è successo. Soltanto 5 genitori mi hanno risposto, tutti gli altri hanno ignorato il messaggio, mentre una sola mamma ha portato il suo bambino alla festa”. 

Dopo l’episodio e lo sfogo della donna, invece di ricevere scuse, è stata emarginata dai genitori chiamati in causa: “Non mi salutano più, non mi parlano, sono convinti di aver adottato un comportamento giusto e non sono arrivati messaggi di solidarietà nemmeno dalla scuola”. Su Facebook, il post è diventato subito virale, la notizia è arrivata anche alle orecchie degli organizzatori del Kids Festival al Milano, una manifestazione per bambini, che oltre a contattare e dare solidarietà a Maria Giovanna, ha invitato Francesco a festeggiare il compleanno con loro.

La festa al Kids Festival

Durante il Kids Festival, il piccolo ha avuto una festa davvero speciale, con una bellissima torta con le candeline e moltissimi coetanei, con cui ha giocato per tutto il giorno. Inoltre, Francesco si è ritrovato a scartare tantissimi regali donati dagli organizzatori, dalle guardie del Parco Nazionale e dalla Guardia di Finanza. 

E’ stato bellissimo, Francesco si è divertito tanto” ha raccontato Maria Giovanna, che nel corso dell’evento ha tenuto un discorso, in cui ha spiegato il calvario e la scoperta dell’autismo di Francesco. “Mio figlio fino ai 15 mesi era un bimbo come tutti gli altri. Poi ha iniziato a non guardarci più, a isolarsi, a urlare. Arrivare alla diagnosi non è stato semplice, abbiamo dovuto anche subire le critiche di chi pensava fossimo cattivi genitori, non in grado di educare nostro figlio”. La donna si occupa da tanti anni della sensibilizzazione sul tema del disturbo autistico, grazie alla sua associazione “il piccolo principe onlus”. Obiettivo dell’associazione è raccogliere fondi per terapie gratuite da offrire ai bambini come Francesco. Proprio per questa ragione, per il compleanno di suo figlio, Maria Giovanna non aveva chiesto regali, ma donazioni. “Ma anche questo non è piaciuto alle mamme dei suoi compagni di classe...” dichiara la donna.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Serena Spaventa

Serena Spaventa - Una storia triste e assurda, che parte principalmente dall'ignoranza dei genitori, e che automaticamente si trasmette nei bambini. Un bimbo autistico, come qualsiasi altro ha diritto a vivere la sua infanzia ed essere circondato dai suoi coetanei senza cattiveria. Per fortuna esistono tantissime persone come quelle del Kids Festival che hanno regalato tanta gioia a Francesco e la sua famiglia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!