Iscriviti

Giulia Latorre dichiara: sfruttato il mio nome su Facebook

Giulia Latorre su Facebook invita gli italiani a scendere in piazza, ma è un fake. Intanto le condizioni del marò sembrano migliorare e i medici si ritengono soddisfatti dei risultati delle prime cure

Cronaca
Pubblicato il 3 settembre 2014, alle ore 19:20

Mi piace
0
0
Giulia Latorre dichiara: sfruttato il mio nome su Facebook

Nelle ultime ore è apparso su una pagina di Facebook un disperato appello che si riteneva provenisse da Giulia Latorre, figlia del fuciliere di Marina Massimiliano Latorre, ricoverato ormai da qualche giorno nel dipartimento di neurologia dell’ospedale di New Delhi, in India, in seguito ad un’ischemia. L’appello riportato sul social network cita queste testuali parole: “Scendete nelle piazze e gridate a voce alta che chi serve con onore la propria patria non deve mai essere lasciato solo! Liberate il mio papà, l’onore dell’Italia è nelle vostre mani”.

In davvero pochissimo tempo, le presunte parole della figlia del marò, hanno raccolto migliaia di “like” ma che, a quanto pare, si sono rivelate essere solo un fake, un falso. A denunciare l’accaduto è stata proprio la figlia del marò, Giulia Latorre, che sul suo profilo ufficiale scrive: Non sono io ad aver creato questa pagina. Chiunque veda cose del genere mi avvisi per favore”.

La nuova pagina di Facebook è apparsa proprio quando non era più visibile la pagina sui cui la giovane aveva commentato la notizia del ricovero del padre in seguito ad ischemia. In tale occasione, infatti, la ragazza aveva criticato l’inerzia dell’Italia nella risoluzione della triste storia dei due marò, prigionieri in India ormai da più di due anni, con l’accusa di aver ucciso due pescatori del posto, scambiandoli per pirati. Giulia Latorre ha anche dichiarato che si sarebbe ben presto cancellata dal social network. Infatti, questa mattina la sua pagina non era più online.

Tornando alla vicenda di Massimiliano Latorre e del suo commilitone Salvatore Girone, ieri è intervenuta Federica Mogherini, ministro degli Esteri e Alto rappresentante dell’Unione Europea. Il ministro ha rivolto le seguenti parole: “In questo momento le condizioni di salute di Massimiliano Latorre cambiano la situazione dei marò italiani in India e sta cambiando il modo su cui dobbiamo reagire, sotto tutti i punti di vista. In queste ore, insieme al presidente del consiglio Renzi, stiamo lavorando per riportarli a casa tutti e due il prima possibile”.

Fortunatamente le condizioni di salute di Latorre sembra stiano migliorando e i medici si sono dichiarati soddisfatti di come il marò stia reagendo alle prime cure.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!