Iscriviti

Giappone: esplode una petroliera in mare. Gravissimi i feriti, disperso il capitano

E' esplosione di una petroliera in mare in Giappone. In gravissime condizioni i feriti e ancora disperso il capitano della petroliera. Si teme un disastro ambientale. La compagnia armatrice rassicura

Cronaca
Pubblicato il 29 maggio 2014, alle ore 17:47

Mi piace
0
0

È esplosa una petroliera da mille tonnellate in Giappone. Si tratta della Shoko Maru ed è esplosa poco fuori dal porto di Himeji, nella parte occidentale del Giappone.

Secondo le prime notizie trapelate, sono tanti i feriti di cui 4 sarebbero in gravissime condizioni. Al momento non ci sono ancora notizie sul capitano della petroliera, che risulta disperso. La petroliera è esplosa alle 9,25 ora locale ed ha preso fuoco mentre era ancorata a circa 5 chilometri da Himeji.

La Guardia Costiera, giunta subito dopo l’esplosione sul posto, ha recuperato 7 delle 8 persone a bordo, mentre non si riesce ancora a trovare il capitano, Masaichi Ando. I feriti hanno riportato gravissime ustioni in tutto il corpo e due di loro sono addirittura in coma e si teme per la loro vita.

Ancora i Vigili del Fuoco sono a lavoro, per cercare di spegnere il terribile incendio che è divampato e che ha ferito tanto gravemente i membri dell’equipaggio. Da quanto si apprende dalle immagini, la petroliera presenta un vistoso e molto ampio squarcio nella parte centrale e si è inclinata sul fianco sinistro. A destare preoccupazione sono sicuramente le condizioni di salute dell’equipaggio e le sorti del capitano ancora disperso, ma anche la possibilità di un inquinamento.

A rassicurare su questa possibilità, però, è intervenuta la compagnia armatrice della petroliera, che ha dichiarato che le cisterne della petroliera fossero vuote al momento dell’esplosione dal momento che la nave aveva scaricato l’olio combustibile, che trasportava, nel porto Aioi, nella prefettura di Hyogo, il 23 maggio.

Secondo la compagnia, inoltre, le cause dell’incidente, al momento ancora ignote, sarebbero da attribuire alla scarsa attenzione dei membri dell’equipaggio che pare stessero utilizzando una smerigliatrice per togliere la ruggine dal serbatoio del carburante.

Non appena le fiamme saranno domate si potrà procedere ad un’analisi più approfondita e capire ciò che è realmente successo e cosa ha provocato questa terribile esplosione.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!