Iscriviti
Napoli

Giallo a Sant’Antimo: maestra 67enne trovata morta in casa in una pozza di sangue

Trovata morta in casa una maestra in pensione di 67 anni: il corpo era sotto il tavolo in una pozza di sangue. I carabinieri non escludono alcuna pista.

Cronaca
Pubblicato il 7 aprile 2019, alle ore 10:23

Mi piace
1
0
Giallo a Sant’Antimo: maestra 67enne trovata morta in casa in una pozza di sangue

Una macabra scoperta quella fatta a Sant’Antimo, nella provincia di Napoli, dove una maestra in pensione di 67 anni è stata ritrovata priva di vita all’interno della sua abitazione. Il corpo era in una pozza di sangue, ed accanto alla vittima sono stati ritrovati dei fazzoletti sporchi ad indicare che forse la donna ha provato ad automedicarsi da sola. 

Per ora i carabinieri non hanno voluto escludere alcuna pista, ma sembrerebbe che la 67enne sia morta in modo accidentale, cadendo in casa e sbattendo la testa contro la stufetta, ipotesi che potrebbe avere una conferma nei prossimi giorni quando verrà eseguita l’autopsia sul corpo della donna. A trovare il corpo della maestra è stato il cugino che, non ricevendo risposta dalla donna, è entrato nell’appartamento facendo la tragica scoperta.

Le indagini

Giovanna Borzacchiello, maestra di Sant’Antimo ormai in pensione, era conosciuta da molti in paese nonostante il suo carattere molto riservato e taciturno. La donna di 67 anni abitava da sola in una casa situata in una traversa del centro storico del paese, ed i suoi vicini hanno affermato che nell’ultimo periodo, forse a causa dei farmaci che prendeva, cadeva spesso.

Nei giorni scorsi, il cugino di Giovanna che abita poco distante da lei, si è allarmato non ricevendo risposta dalla donna, e ha così deciso di andare a controllare che fosse tutto a posto, ma una volta entrato nell’abitazione ha fatto la macabra scoperta.

Il corpo della 67enne era in una pozza di sangue sotto ad un tavolo, con accanto dei fazzoletti anch’essi instrinsi di sangue. L’ipotesi più accreditata dai carabinieri è anche la donna sia caduta e abbia sbattuto la testa contro una stufetta. Probabilmente la maestra ha provato ad automedicarsi da sola, ma visto il troppo sangue che stava perdendo è svenuta e successivamente deceduta. I carabinieri però, non escludono ancora alcuna pista, e aspettano i risultati dell’autopsia che verrà eseguita nei prossimi giorni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Davvero una tragica morte quella che ha colto questa maestra della provincia di Napoli. La nostra vicinanza va alla famiglia della donna, e a tutti coloro che la conoscevano e che in questo momento stanno soffrendo per questa perdita. Da quanto è stato fermato la donna era molto conosciuta e apprezzata nel suo paese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!