Iscriviti
Genova

Genova, si reca in questura per recriminare sulla multa al figlio, ma è sanzionato a sua volta

Un padre si reca in questura per la sanzione che è stata comminata al figlio, ma anche lui viene multato perché non rispetta le norme anti-Covid attualmente vigenti.

Cronaca
Pubblicato il 7 maggio 2021, alle ore 09:56

Mi piace
0
0
Genova, si reca in questura per recriminare sulla multa al figlio, ma è sanzionato a sua volta

In questi tempi di pandemia dovuti all’emergenza Covid, sono molti coloro che ne negano l’esistenza. Sono i cosiddetti No Covid e No Mask che affermano non esista nessuna pandemia, nonostante tutte le vittime e continuano imperterriti a non indossarla. Una di queste persone ha subito una sanzione per aver difeso il figlio che non indossava la mascherina. Vediamo cosa è successo e come sono andati i fatti qui narrati. 

Un padre farebbe di tutto per supportare e proteggere il figlio, ma in questo caso anche lui ha sbagliato. Si reca, infatti, in questura per difendere il figlio in quanto non ha accettato la sanzione comminata, ma viene a sua volta sanzionato. L’episodio è avvenuto a Genova, per la precisione in Via Corsi, a Sestri Ponente, dove le forze dell’ordine hanno fermato e sanzionato un uomo che non indossava la mascherina. 

Non appena le forze dell’ordine, gli hanno detto di indossarla, si è rifiutato in quanto non crede alla pandemia. Dal momento che era anche senza documenti, è salito sulla volante dove è stato accompagnato alla questura più vicina. Durante il tragitto, non ha indossato neanche la cintura di sicurezza sbattendo la testa contro gli interni dell’auto di servizio. 

Non appena giunto in questura, lo hanno identificato e sanzionato per le norme anti-Covid che non ha minimamente rispettato ed è tornato a casa. Non appena giunto alla sua abitazione, ha raccontato il fatto successo al padre che, a quel punto, si è recato anche lui in questura per lamentarsi della sanzione del figlio. 

Il padre è giunto alla questura di Via Diaz non indossando neanche lui la mascherina, come vogliono le normative vigenti e, a quel punto, anche per la sua persona, le forze dell’ordine hanno dovuto sanzionarlo e multarlo. Sicuramente non si tratta di un caso isolato, in quanto purtroppo sono tantissimi coloro che si definiscono no mask per cui non sono disposti a indossare questo mezzo di protezione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Non riesco a capire come facciano a esistere i No Mask, considerando le tantissime vittime che questa pandemia ha fatto registrare. Detestabile il comportamento del figlio e ancora di più del padre che non ha saputo impartire le lezioni giuste facendogli capire quanto sia importante proteggersi in questo momento. Come si suol dire, in questi casi, "tale padre tale figlio".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!