Iscriviti
Genova

Genova, operaio morto dopo il vaccino anti Covid: Procura blocca il funerale

I magistrati di Genova vogliono vederci chiaro su un altro decesso avvenuto negli scorsi giorni in Liguria, dove un 42enne e operaio di Fincantieri è deceduto dieci giorni dopo aver ricevuto la seconda dose del siero anti Covid Moderna.

Cronaca
Pubblicato il 13 settembre 2021, alle ore 09:46

Mi piace
0
0
Genova, operaio morto dopo il vaccino anti Covid: Procura blocca il funerale

Si stavano per svolgere i funerali di Emanuele Pileggi, il 42enne e operaio di Fincantieri deceduto in circostanze tutte da chiarire negli scorsi giorni a causa di un aneurisma cerebrale. Il procuratore di Genova Giovanni Arena, però, ha deciso di bloccare le esequie che si sarebbero dovute tenere l’11 settembre scorso presso la Basilica di Lavagna. Il magistrato, dopo essersi consultato con i colleghi che si occupano di Sanità e soprattutto delle morti sospette legate ai vaccini anti Covid, ha deciso di annullare il funerale.

Secondo i sanitari l’uomo sarebbe deceduto a causa di un aneurisma cerebrale, ma la Procura della Repubblica vuole vederci chiaro, anche perchè sembra che lo scorso 30 agosto Pileggi abbia ricevuto la seconda dose del vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 prodotto da Moderna. Dieci giorni dopo, secondo quanto spiega l’Ansa, aveva avuto mal di testa ed era stato visitato al pronto soccorso di Lavagna dove, dopo una tac, lo avevano trasferito al San Martino per un intervento chirurgico alla testa.

La morte

I medici, dopo aver analizzato il caso, hanno escluso una correlazione tra il decesso del paziente e la somministrazione del vaccino. Il pm Arena ha deciso di acquisire tutta la documentazione clinica del 42enne, solo in seguito si deciderà se effettuare l’autopsia. Si tratta di indagini che servono a chiarire qualsiasi dubbio.

Tra l’altro proprio in questi giorni sul tavolo della Procura genovese arriveranno le prime perizie su 5 decessi sospetti che potrebbero essere legati alla somministrazione del vaccino anti Covid. Si tratta di Francesca Tuscano, l’insegnante poco più che 30enne deceduta negli scorsi mesi, di Camilla Canepa, la 18enne deceduta in seguito ad una trombosi cerebrale dopo essersi sottoposta al vaccino anti Covid di AstraZeneca durante un open day, e del decesso di due altre persone. 

Giovedì prossimo i pm genovesi si incontreranno con i colleghi di Eurojust e quelli di altre 11 procure italiane, e alcune europee, che si stanno occupando delle possibili morti legate ai vaccini. Dobbbiamo precisare, questo per dovere di informazione, che per il momento nessun decesso dopo la somministrazione dei vaccini anti Covid è stato attribuito direttamente o indirettamente ai sieri contro il Sars-CoV-2.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Ancora un decesso sospetto legato al vaccino anti Covid. Si tratta di casi che devono essere monitorati con attenzione, le indagini in questo senso servono per poter chiarire ogni dubbio. Dispiace tantissimo per questo 42enne deceduto in queste circostanze, ma saranno gli inquirenti a chiarire il tutto. Il vaccino resta per ora l'unica arma che abbiamo per poter uscire dall'emergenza sanitaria.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!