Iscriviti
Genova

Genova, morto dopo il vaccino anti Covid: la Procura indaga per omicidio colposo

Un fascicolo è stato aperto contro ignoti presso la Procura del capoluogo ligure circa il caso del 42enne Emanuele Pileggi, deceduto in circostanze tutte da chiarire 10 giorni dopo aver ricevuto il vaccino contro il coronavirus Sars-CoV-2 di Moderna.

Cronaca
Pubblicato il 15 settembre 2021, alle ore 21:06

Mi piace
0
0
Genova, morto dopo il vaccino anti Covid: la Procura indaga per omicidio colposo

La Procura della Republlica di Genova ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta per omicidio colposo, al momento contro ignoti, circa il caso del 42enne e operaio di Fincantieri Emanuele Pileggi, deceduto pochi giorni fa a causa di un aneurisma cerebrale. La stessa Procura ha però voluto vederci chiaro e ha bloccato i funerali della vittima, che erano previsti per sabato scorso. Il 30 agosto l’uomo si era sottoposto alla prima dose del vaccino anti Covid Moderna, 10 giorni dopo è morto.

Gli stessi sanitari dell’ospedale avevano dichiarato che non c’è nessuna correlazione tra il suo decesso e la vaccinazione, ma gli inquirenti vogliono effettuare ulteriori accertamenti per poter escludere del tutto questa ipotesi. Il fascicolo è stato assegnato al magistrato Daniela Pischetola, la quale fa parte del pool Sanità che si sta occupando di tutti i casi di morte in cui possano esistere correlazioni con il vaccino. Sono 5 i casi attenzionati dalla Procura, inclusi quelli di Francesca Tuscano, 32 anni e di professione docente e Camilla Canepa, la 18enne deceduta a causa di una trombosi cerebrale dopo essersi sottoposta alla prima dose di AstraZeneca durante un open day.

Acquisite le cartelle cliniche di Pileggi

Il sostituto procuratore Giovanni Arena si è rivolto all’ospedale San Martino di Genova e all’Asl4, chiedendo di acquisire le cartelle cliniche dell’operaio deceduto. Tutto questo materiale si trova adesso a disposizione degli inquirenti. Il magistrato Pischetola dovrebbe chiedere a breve di poter effettuare l’autopsia sul corpo della vittima, che lo scorso inverno aveva avuto il Covid-19.

Al momento, comunque, i famigliari di Pileggi non hanno sporto alcuna denuncia contro nessuno. Il decesso dell’uomo è avvenuto giovedì scorso. Intanto nella giornata del 16 settembre i magistrati della Procura di Genova si riuniranno con i colleghi di Eurojust e quelli di altre 11 procure italiane che stanno indagando sui casi di morte sospetta dopo il vaccino.

L’obiettivo è quello di studiare una strategia comune di indagine su questi delicati casi. Entro 10 giorni arriveranno le perizie definitive sui casi della Tuscano e di Canepa. Per chi indaga potrebbe esserci una correlazione tra il loro decesso e la somministrazione del vaccino. Una prima bozza in questo senso sembra essere già arrivata in Procura dopo gli esami dei medici legali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Sono casi che vanno trattati seriamente quelli che parlano di morti legate presumibilmente al vaccino anti Covid. Ancora non si sa ufficialmente se queste persone sono decedute a causa di complicazioni portate dal vaccino, per questo bisogna fare le dovute indagini. Dobbiamo ricordare che i vaccini anti Covid sono sicuri e che prima di essere messi in commercio sono stati autorizzati dalle agenzie regolatorie.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

16 settembre 2021 - 01:43:41

Insomma, caso mai venisse appurata la correlazione, se ne dovrebbero desumere che le povere vittime son state sfigate. Ah beh...

0
Rispondi