Iscriviti
Genova

Genova: convince le figlie a rubare da Risparmio Casa e poi finge di non conoscerle

Una donna ha convinto le figlie a rubare merce del valore complessivo di 160 euro, all'interno del grande magazzino Risparmio Casa, fingendo di non conoscerle quando le due sono state fermate dalla polizia. E' stata denunciata per tentato furto aggravato.

Cronaca
Pubblicato il 7 maggio 2021, alle ore 10:43

Mi piace
0
0
Genova: convince le figlie a rubare da Risparmio Casa e poi finge di non conoscerle

Siamo in val Bisagno, una delle principali valli del Genovesato. Proprio qui, mercoledì 5 maggio, una donna ha convinto le sue due figlie minorenni a rubare all’interno di un grande magazzino, Risparmio Casa di via Emilia, nel quartiere Molassana e già questo è gravissimo ma, come sempre, non c’è mai limite al peggio.

Quando i vigilantes hanno fermato le ragazzine con la loro refurtiva, la donna, che ha subito intuito la gravità della cosa, ha pensato bene di darsela a gambe, uscendo dal negozio, dopo aver acquistato merce di poco valore ma, prima o poi, la verità viene sempre a galla e, dinnanzi agli agenti della polizia, ha dovuto ammettere le sue responsabilità.

L’accaduto

La donna, dopo aver consegnato alle sue figlie alcuni oggetti, fra cui creme solari, svariate creme viso, un depilatore e una piastra per capelli, del valore complessivo di 160 euro, si è diretta, come pianificato, alla cassa, per pagare alcuni oggetti di poco valore. Nel frattempo, un addetto alla vigilanza, in servizio presso il punto vendita Risparmio Casa, ha fermato le due giovani. 

Notata la scena, la madre delle due minori si è allontata, mentre sul posto è stato richiesto l’intervento della polizia. La donna, che era già uscita dal grande magazzino, è stata rintracciata dagli agenti e, a quel punto, ha dovuto fare i conti con l’accaduto. Inizialmente ha negato di conoscere le figlie, ma poi ha confessato di essere la genitrice delle minori. 

Genovese, italiana, è stata denunciata per reato di furto aggravato. Per commettere il reato si è servita delle figlie minorenni, mettendo la refurtiva negli zaini delle due adolescenti e dando loro specifiche direttive affinchè il piano venisse portato a termine. La madre, infatti, avrebbe detto loro di superare le casse, mentre lei pagava articoli di poco valore, meno costosi. Per fortuna tutto si è risolto per il meglio ed il furto è stato sventato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Tutto è bene quel che finisce bene. La donna è stata denunciata e la giustizia, in questo caso, ha fatto il suo corso, sventando un furto all'interno del grande magazzino Risparmio Casa. Ringrazio il vigilante e gli agenti della polizia che, col loro intervento tempestivo, hanno evitato che venisse rubata merce del valore complessivo di 160 euro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!