Iscriviti
Genova

Genova, 74enne pubblica un annuncio immobiliare mettendo in bella vista le sue piante di marijuana: denunciata

Una 74enne ha pubblicato un annuncio nel quale metteva in affitto il suo appartamento.

Cronaca
Pubblicato il 26 luglio 2020, alle ore 12:27

Mi piace
3
0
Genova, 74enne pubblica un annuncio immobiliare mettendo in bella vista le sue piante di marijuana: denunciata

Vendere o affittare un appartamento comporta, per chi si affida alle agenzie immobiliari il dover pubblicare online un annuncio con foto dell’immobile annesse e se in questi scatti emerge qualcosa di compromettente, ecco che un semplice annuncio si trasforma in qualcosa di ben più grave. E’ quanto accaduto a Genova, dove un’anziana signora è stata denunciata per detenzione illegale di marijuana.

Andando con ordine, una donna di 74 anni ha messo in affitto il suo appartamento e dalle foto pubblicate per fare da corredo all’annuncio, sono emerse delle vistose piante di marijuana poggiate sul balcone. L’anziana, noncurante ha affidato all’agenzia immobiliare gli scatti compromettenti, scatti che hanno subito catturato l’attenzione di un carabiniere di Treviso.

L’uomo, trasferitosi a Genova, era alla ricerca di un nuovo appartamento ed è così incappato nell’improbabile annuncio. Il carabiniere ha deciso di visitare comunque l’appartamento, per essere certo che ciò che traspariva dalle foto corrispondesse al vero e così, in compagnia di un suo collega, ha fatto un sopralluogo all’abitazione e quelle si è trovato difronte, erano per davvero delle piante di marijuana.

Subito è scattata la denuncia ai danni dell’anziana signora, con l’intervento da parte del personale del primo distretto della polizia municipale. Il blitz dei vigili ha restituito una scena alquanto surreale, difatti all’interno dell’abitazione è stata rinvenuta, oltre alle piante di marijuana, anche una stanza adibita a serra con alcuni ventilatori, una mazza da baseball, ben 32 lampade e un pugnale con una lama di 11 centimetri.

La pensionata si è giustificata, asserendo che la sostanza psicoattiva le serviva per alleviare i dolori del cane, deceduto però lo scorso gennaio e aggiungendo poi che le armi erano invece di proprietà del precedente inquilino, del quale tuttavia non ha saputo fare il nome. I vigili del primo distretto della polizia municipale di Genova, stanno indagando sulla faccenda e soprattutto stanno cercando di comprendere se quanto dichiarato dalla 74enne, corrisponda o meno al vero. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tonia Sarracino

Tonia Sarracino - La storia è davvero curiosa oltre che surreale. Credo che la motivazioni della donna siano delle scuse per giustificare il rinvenimento.Anche se non possiamo sapere se realmente la signora ci alleviasse i dolori del cane o se la detenzione delle armi potesse essere attribuita ad un precedente inquilino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!