Iscriviti
Firenze

Gemma Benelli ci ha lasciato, l’annuncio del fratello: "Buon viaggio sorellina"

Gemma, conosciuta da molti per la sua lotta contro un carcinoma al seno, non ce l'ha fatta, ad annunciarlo è stato il fratello su Facebook. Una raccolta fondi aveva sostenuto le sue cure a Houston

Cronaca
Pubblicato il 2 maggio 2019, alle ore 07:19

Mi piace
8
0
Gemma Benelli ci ha lasciato, l’annuncio del fratello: "Buon viaggio sorellina"

Gemma è appena venuta a mancare. Condivido con tutti”. Sono le parole, quasi a singhiozzo, del fratello di Gemma Benelli deceduta poco prima. Il posto su Facebook continua ringraziando tutti coloro che li hanno accompagnati, alleggerendo così il loro cammino. Poi Maso, il fratello, dice di sentirsi onorato di aver condiviso questo tempo, di essere il fratello di Gemma e conclude chiedendo il silenzio: “Adesso silenzio per un attimo. Buon viaggio sorellina“.

Gemma Benelli, è morta per un carcinoma al seno che nel breve tempo della lotta era diventato triplo negativo. Originaria di Sesto Fiorentino, si è fatta curare in un centro specializzato di Houston in Texas, a permetterglielo la campagna di solidarietà “TuttixGemma”.

Una lotta impari

La speranza per Gemma, e per quanti si sono sentiti coinvolti nella raccolta fondi era grande. Sono stati messi insieme più di 100mila euro mediante singole donazioni, cene, spettacoli teatrali e lezioni di fitness. Gemma ha lottato fino all’ultimo istante con coraggio e con il sorriso sulle labbra.

Un noto oncologo, Naoto T. Ueno, aveva visitato Gemma a Houston, poi la chemioterapia doveva continuare in Italia, in attesa della tac di controllo e di ulteriori decisioni su come procedere. Non c’è stato il tempo per decidere nulla, perchè è stata sorpresa da una polmonite che ne ha aggravato le condizioni ed è morta.

La donna si era laureata in biologia, nel reparto di oncoematologia di Careggi aveva completato i suoi studi, lo stesso in cui aveva lavorato per anni nelle sperimentazioni farmacologiche da adottare per curare i linfomi. All’età di vent’anni, nel 1998, aveva combattuto un sarcoma embrionale alla caviglia destra che si era definito raro e invasivo. Allora era stata curata all’ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Due anni fa le è stato diagnosticato un carcinoma. Gemma ha così ricominciato a lottare e a sperare con la famiglia e la solidarietà di molte persone.

Giovedì 2 maggio alle ore 15:00, nella chiesa di Padule a Sesto Fiorentino si svolgeranno i suoi funerali.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Penso che non si sia mai pronti a morire e nemmeno a veder morire. La speranza è un sentimento forte che alberga nel cuore di tutti e porta a lottare con tutte le forze fino all'ultimo istante, anche quando tutto dice rassegnazione. Il fratello chiede silenzio, ed è comprensibile, le parole non servono più. Resta solo l'amore, dato e ricevuto che, nonostante tutto, fa pronunciare "grazie".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!