Iscriviti

Gay Pride Torino 2014: vicina la parata per i diritti omosessuali

28 Giugno 2014: il Torino Pride si svolgerà proprio nella giornata in cui, 45 anni fa, nasceva il movimento di liberazione lesbico, gay, bisessuale e transgender con la "rivolta di Stonewall"

Cronaca
Pubblicato il 24 giugno 2014, alle ore 15:47

Mi piace
0
0
Gay Pride Torino 2014: vicina la parata per i diritti omosessuali

Il Gay Pride, l’ormai famosa parata annuale, si terrà sabato 28 giugno a Torino ed avrà come slogan La diversità è un diritto, l’uguaglianza è un dovere”. Questa manifestazione, è parte dell’Onda Pride che è iniziata a Roma il 7 giugno e finirà il 19 luglio a Reggio Calabria e che ha attraversato l’Italia coinvolgendo 13 città.

Al centro dell’attenzione nella manifestazione ci saranno ancora una volta i diritti negati alle persone LGBT, questione che vede l’Italia agli ultimi posti in Europa. Alla presentazione della manifestazione, tenutasi al Museo Nazionale del Cinema un mese fa, Christian Ballarin ha messo in chiaro che una delle richieste del Torino Pride è che vada in discussione il disegno di legge che riguarda le persone transessuali. Tra i vari punti trattati, Ballarin risaltava: “ottenere il cambio di sesso sui documenti senza necessariamente affrontare l’intervento chirurgico e l’abolizione dell’obbligo di definire chirurgicamente il sesso dei neonati che nascono con caratteri intersessuali”.

Durante la settimana del pride, ci saranno interessanti attività che coinvolgeranno sia la comunità LGBT sia la comunità eterosessuale, le quali serviranno quindi a prepararsi meglio a quella che sarà la giornata del pride. Tra le proposte più interessanti molti appuntamenti e dibattiti; il più importante, quello a seguito della proiezione del film “Più buio di mezzanotte”, opera prima di Sebastiano Riso, organizzata da ARCI Comitato di Torino, venerdì 27 giugno 2014 alle 20.30.

Bisogna risaltare il fatto che, oltre alle varie associazioni Arcigay e Arcilesbica, al Torino Pride parteciperanno anche altre associazioni tra cui: Anpas, Casa delle donne Torino e L.I.L.A Piemonte. Anche gli studenti vogliono fare sentire la loro voce e proprio in questi giorni è partito su Facebook, Twitter e Instagram l’hashtag #giveme5givemerights con il quale, il collettivo Identità Unite, divulga una particolare campagna che servirà a mandare un messaggio di richiesta dei diritti negati alla comunità LGBT. Il cuore dell’iniziativa è la raccolta di foto alla quale chiunque può partecipare inviando una propria foto.

Non mancano dunque gli appuntamenti e le iniziative in questa ricca settimana che avrà il suo apice sabato 28 giugno. Il corteo partirà alle 16,30 da Porta Susa e, lungo via Cernaia, via Pietro Micca, piazza Castello e via Po, arriverà in Piazza Vittorio Veneto.  

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!