Iscriviti
Milano

Gallo mattutino sveglia e disturba i vicini: proprietario multato

Una strana avventura è accaduta al proprietario di un gallo che è stato sanzionato perché il suo animale disturba il vicinato che non ce la fa più a sopportare il suo verso dal momento che canta troppo presto al mattino.

Cronaca
Pubblicato il 7 agosto 2020, alle ore 15:36

Mi piace
4
0
Gallo mattutino sveglia e disturba i vicini: proprietario multato

In seguito a una giornata impegnativa e faticosa, quello che si desidera è un po’ di riposo e riuscire a dormire bene durante la notte. Non sempre, però succede e il proprio sonno può essere disturbato da qualche animale che si aggira nella zona disturbando. Ecco come sono andati i fatti e cosa è successo al proprietario dell’animale che ora deve anche pagare una sanzione.

A Castiraga Vidardo, nel Lodigiano, un uomo dell’età di 83 anni, ha ricevuto una multa del valore di 166 €. Il motivo? Il suo gallo canta troppo presto disturbando il vicinato che non riesce più a tollerare i suoi versi e, quindi, ha deciso di sanzionare l’uomo, ex muratore della zona. Il gallo si trova nel giardino del proprietario che lo ha ripreso prima di darlo a un amico che, da poco, era partito per le vacanze.

I vicini non hanno apprezzato il ritorno dell’animale all’ovile, anche perché la bestiola comincia a emettere il suo canto intorno alle 4.30 del mattino disturbando il sonno del vicinato che, magari, deve svegliarsi presto per recarsi al lavoro. A quel punto, il vicinato, essendo stanchi del continuo verso dell’animale, hanno deciso di fare un esposto presso la polizia locale. 

In base all’articolo 24 del regolamento comunale, gli animali, di qualsiasi tipo, che siano gatti, cani, oppure galli, come in questo caso, a prescindere dal luogo in cui si trovino, che sia una casa o un giardino, non devono disturbare nell’arco di tempo che va dalle 22 alle 8 del mattino. Le 4.30 sono un orario di riposo e non di schiamazzi. 

Il vigile, a questo punto, considerando che il gallo è fonte di disturbo per il vicinato, ha applicato la sanzione prevista. Emma Prefetti, il sindaco della zona, in seguito alle lamentela ha affermato: “La multa era inevitabile. Ora il signore dice che vuole rivolgersi in questura e in prefettura per contestare il verbale. Noi diciamo: vada dove desidera. Le normative vanno rispettate”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Sinceramente questa storia mi fa un po' sorridere e non so bene cosa pensare. Certo che un gallo che canta alle 4.30 del mattino può essere fonte di disturbo per il sonno del vicinato, ma la sanzione da 166 € mi sembra leggermente eccessiva per il proprietario dell'animale. Vedremo se verrà accettato il suo ricorso, anche se seriamente ne dubito.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!