Iscriviti

Foggia, due 13enni lanciano sassi contro auto dal cavalcavia e colpiscono un’auto

L'episodio si è verificato nella giornata di ieri 26 novembre sulla Statale 655. Nell'auto viaggiava una famiglia, i cui componenti sono rimasti illesi. Minori accompagnati in Questura.

Cronaca
Pubblicato il 27 novembre 2020, alle ore 17:24

Mi piace
1
0
Foggia, due 13enni lanciano sassi contro auto dal cavalcavia e colpiscono un’auto

Poteva avere gravi conseguenze il gesto di due ragazzini 13enni che nella giornata di ieri 26 novembre hanno lanciato delle pietre da un cavalcavia in Puglia. Il fatto è successo sulla statale 655 a Foggia.

Uno dei massi lanciati ha colpito un’auto che stava transitando proprio in quel momento sotto al ponte: all’interno c’era una famiglia. Il grosso sasso è caduto sulla parte anteriore del veicolo, precisamente sul cofano del vano motore, provocando dei danni. Il proprietario dell’auto ha fatto in tempo a fermare il veicolo lanciandosi all’inseguimento dei due 13enni.

Sul posto è arrivata la polizia

Tutto è accaduto intorno alle ore 16.00. La famigiola stava percorrendo tranquillamente la carreggiata, quando dall’alto è piovuto il sasso che ha centrato il veicolo. Come già detto in apertura, il conducente è riuscito a scendere dal mezzo e si è lanciato all’inseguimento dei minorenni. Il proprietario del veicolo ha inseguito i ragazzini in un terreno adiacente alla carreggiata: dopo aver colpito la macchina i due erano ancora intenti nei loro propositi, proprio per questo è stato possibile fermarli. Nel frattempo sono stati allertati gli agenti della Polizia di Stato, che in pochi minuti sono giunti sul luogo del fatto di cronaca. I poliziotti hanno proceduto ad interrogare i due ragazzini conducendoli in Questura per tutti gli accertamenti del caso. 

Un testimone che ha assistito alla scena si è offerto di accompagnare presso il commissariato il proprietario del veicolo danneggiato, in modo che quest’ultimo potesse avviare la relativa denuncia. La polizia ha poi provveduto a contattare i genitori dei minorenni: questi ultimi sono giunti in presso gli uffici della Polizia Stradale per prelevare i loro figli, a cui gli inquirenti gli hanno affidati nuovamente. 

Avvisata la Procura dei Minori

Dell’episodio è stata informato anche il Tribunale dei Minorenni di Foggia, che adesso sta effettuando le relative indagini. Quanto avvenuto nel foggiano non è il primo episodio del genere che si verifica in Puglia in queste ultime settimane. Il 13 marzo scorso, sempre dei ragazzi minorenni, hanno rischiato di far deragliare i convogli che transitavano nella stazione di Modugno, in provincia di Bari. I ragazzini, così come accertato poi dai carabinieri, avevano posizionato delle pietre sui binari. All’arrivo dei militari non opposero resistenza, spiegando quello che stavano facendo. Una ragazza, componente del gruppo, fu denunciata alla Procura dei Minori per attentato alla sicurezza dei trasporti, in quanto unico soggetto imputabili vista l’età. 

Non è escluso che nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni, possano conoscersi ulteriori dettagli su quanto accaduto ieri pomeriggio in provincia di Foggia. Le indagini continueranno in maniera spedita per accertare tutte le relative responsabilità. La notizia di quanto accaduto si è sparsa in breve tempo in tutta la provincia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un gesto assolutamente sconsiderato che poteva costare caro a qualche persona. Non è la prima volta che in Italia si verifica un episodio del genere. Questa volta i protagonisti del misfatto sono addirittura due minorenni, i quali sono stati fermati tempestivamente dall'automobilista prima che potessero danneggiare qualcuno. Saranno le autorità adesso a prendere i relativi provvedimenti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!