Iscriviti

Florida, tre bambini folgorati in piscina, salvati dal nonno

Florida, a Hialeah, una pompa difettosa provoca una scarica elettrica in acqua. L'intervento del nonno di una delle bambine ha salvato la vita ai tre piccoli, evitando che fossero folgorati dalla scarica elettrica

Cronaca
Pubblicato il 24 maggio 2014, alle ore 10:18

Mi piace
0
0
Florida, tre bambini folgorati in piscina, salvati dal nonno

Il bagno in piscina di tre bambini stava per finire in tragedia. La vicenda è accaduta in Florida, precisamente nella città di Hialeah, dove un gruppo di bambini si divertiva in una piscina all’aperto ed ha rischiato di morire a causa delle scariche elettriche emesse da una pompa malfunzionante. Dal racconto emerge che improvvisamente il dispositivo della messa a terra ha rilasciato delle scariche elettriche che hanno raggiunto i bambini, praticamente folgorandoli.

Un papà, impaurito dalla scarica, aveva salvato inizialmente i suoi due figli, ma è stato l’intervento tempestivo del nonno di una bambina di 10 anni a mettere tutti fuori pericolo. L’uomo, con una mano attaccata saldamente alla scaletta, ha afferrato la nipotina che era rimasta a faccia in giù nella piscina, e con estrema prontezza l’ha tirata fuori dall’acqua, salvandole la vita. Un intervento tempestivo, che l’ha messa fuori pericolo giusto in tempo prima di affogare, insieme agli altri bimbi già in salvo. La vicenda è stata ripresa dalle telecamere che hanno registrato tutte le fasi della scarica elettrica e il gesto del nonno della piccola, ed ha permesso di accertare lo svolgimento dei fatti.

Il nonno della bambina ha compiuto un gesto eroico, non pensando alle conseguenze che avrebbe potuto avere il suo intervento, in seguito al quale ha rischiato di subire uno shock. Fortunatamente i tre bambini, dell’età tra i 5 e i 10 anni, stanno tutti bene e sono stati ricoverati in ospedale per quattro giorni per precauzione, per accertare le loro condizioni di salute. Il nonno eroe, come lo chiamano adesso, è contento di aver impedito una tragedia, e dichiara che lo rifarebbe nuovamente.

Anche la famiglia degli altri bambini ha espresso riconoscenza verso il nonno della piccola di 10 anni, ringraziandolo per il suo intervento e per aver permesso ai bambini di salvarsi. La vicenda dovrebbe far riflettere sui controlli da eseguire sulle attrezzature da divertimento, come le piscine, collegate naturalmente a prese elettriche a volte scoperte o in cattive condizioni. Maggiori precauzioni non sono da considerare inutili e superflue, se si pensa che per una sciocchezza si può perdere la vita.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!