Iscriviti
Firenze

Firenze, Marina Abramovic aggredita da un uomo: momenti di shock per l’artista

Momenti di paura per l'artista Marina Abramovic che, domenica, è stata aggredita da un uomo fuori da Palazzo Strozzi a Firenze dove la donna sta esponendo la sua arte.

Cronaca
Pubblicato il 24 settembre 2018, alle ore 11:08

Mi piace
4
0
Firenze, Marina Abramovic aggredita da un uomo: momenti di shock per l’artista

Doveva essere una normale domenica ed invece quella di Marina Abramovic è stata una giornata particolare: l’artista infatti è stata aggredita da un uomo che la stava aspettando fuori da Palazzo Strozzi a Firenze dove la donna sta esponendo la sua arte.

Il fatto è successo poco dopo le 13 dove un 51 enne nativo della Repubblica Ceca ha scaraventato contro a Marina Abramovic un quadro da lui dipinto. Non è però un quadro qualsiasi infatti ritratto sulla tela c’era proprio l’artista; l’uomo è noto alle forze dell’ordine per essere protagonista di episodi simili in passato.

Precedenti e l’accaduto

A gennaio, lo stesso uomo aveva imbrattato la statua di Urs Fischer presente a Firenze in piazza della Signoria giustificando il gesto dicendo di essere lui il vero Fischer. Marina Abramovic ha successivamente dichiarato che mentre usciva da Palazzo Strozzi aveva notato l’uomo in quanto aveva in mano questo quadro con il suo volto dipinto e, quando si è avvicinato, ha pensato fosse un regalo per lei. L’artista però si sbagliava in quanto il ceco in un batter d’occhio ha sbattuto in testa violentemente il quadro lasciandola all’interno della cornica. Nei secondi successivi sono intervenute le guardie che lo hanno bloccato ed allontanato.

L’Abramovic, visibilmente sotto shock, è stata portata nel retro del bar del cortile di Palazzo Strozzi nonostante la sua volontà fosse quella di parlare con l’aggressore, cosa che ha lasciato tutti i presenti basati. Successivamente infatti le guardie hanno portato il ceco da Marina Abramovic, la quale ha esordito dicendo: Perché l’hai fatto? Qual è il motivo? Perché questa violenza?. La risposta dell’aggressore è stata alquanto sbalorditiva in quanto ha giustificato il gesto dicendo L’ho dovuto fare per la mia arte.

Dopo aver ricevuto questa motivazione l’Abramovic ha lasciato il Palazzo e si è rifugiata in albergo. Dopo poche ore però ha deciso di uscire di nuovo per il centro di Firenze dove ha dichiarato: In passato mi sarei arrabbiata per un fatto del genere, oggi invece provo solo compassione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Dèsirèe Dalla Fontana

Dèsirèe Dalla Fontana - Purtroppo le persone sono sempre imprevedibili e, fortunatamente erano presenti delle guardie che hanno potuto fermare subito l'aggressore. Se al posto della tela da lui dipinta si fosse avvicinato con qualcosa di più pericoloso probabilmente le cose sarebbero state molto più gravi e sarebbe stata messa in pericolo la salute di Marina Abramovic.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!