Iscriviti
Firenze

Firenze, maltratta figlio e compagno davanti ai carabinieri

Denunciata ripetute volte, una donna di 43 anni ha picchiato il figlio di 11 anni davanti ai Carabinieri chiamati dal compagno: madre di famiglia arrestata.

Cronaca
Pubblicato il 21 aprile 2019, alle ore 09:52

Mi piace
1
0
Firenze, maltratta figlio e compagno davanti ai carabinieri

Sono stati gli stessi carabinieri ad assistere all’episodio di violenza consumato venerdì scorso, 19 aprile, a Firenze, in un appartamento in via Borghini.

A chiamare i soccorsi è stato il compagno di una 43enne residente a Firenze ma originaria della Biellorussia. La donna, dopo aver fatto uso di alcol, si è scagliata con violenza contro di lui ed i due figli piccoli. Nonostante la presenza delle forze dell’ordine, la donna non si è calmata ma ha iniziato a picchiare il figlio più grande di soli 11 anni. Solo con l’intervento fisico dei carabinieri sono riusciti ad immobilizzarla per portare in salvo il bambino trasportato subito all’ospedale pediatrico Meyer; qui è stato visitato per assicurarsi sulle sue condizioni di salute.

Secondo le testimonianze successivamente riportate dagli stessi militari, non era la prima aggressione familiare.

I maltrattamenti

Non era la prima volta che la donna maltrattava non solo i due bambini ma anche il compagno. Quest’ultimo, infatti, l’aveva denunciata più volte in passato anche se in alcuni casi aveva poi ritirato la denuncia fatta.

In quest’ultimo caso, è stato lo stesso uomo a chiamare i carabinieri per l’ennesimo scatto d’ira della compagna, che aveva iniziato nuovamente a picchiare lui ed i figli. I militari, giunti sul posto, hanno trovato i due bambini visibilmente impauriti; gli stessi hanno poi denunciato i fatti come testimoni di quanto accaduto.

La donna, visibilmente sotto l’influenza di alcol, bloccata con forza dai Carabinieri, ha iniziato ad incolpare il bambino di averle preso la carta di credito; per questo, ha deciso di rinchiuderlo dentro l’armadio dopo averlo ripetutamente colpito alla schiena con dei pugni. Il bambino è stato portato all’ospedale per i controlli medici in ambulanza; la donna, invece, è ora stata condotta in carcere per le violenze compiute contro il compagno ed i minori.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Questo è per ricordarci che purtroppo non esistono solo le violenze compiute dagli uomini, ma ci sono anche tristemente quelle violenze da parte delle madri di famiglia che oltre ad aggredire i propri figli si scagliano anche contro il compagno che prova in tutti i modi a difendere la propria famiglia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!