Iscriviti

Finge di essere medico, prescrive terapie salvavita ma in realtà è un carrozziere

In provincia di Arezzo un uomo passava metà della sua giornata all'interno di un ambulatorio, dove si fingeva medico e prescriveva anche terapie salvavita.

Cronaca
Pubblicato il 12 febbraio 2019, alle ore 16:35

Mi piace
13
8
Finge di essere medico, prescrive terapie salvavita ma in realtà è un carrozziere

In provincia di Arezzo un uomo si recava tutti i giorni in un ambulatorio medico per curare delle persone senza avere mai conseguito nessuna laurea in Medicina e senza neanche essere iscritto alla facoltà di medicina. L’uomo all’interno dello studio effettuava visite mediche e formulava ipotesi di diagnosi, assegnava farmaci e prescriveva terapie. 

Ciò che ha sconvolto è stato il particolare che non era un medico ma un normalissimo carrozziere.

Le indagini

La Guardia di Finanza di Arezzo ha ricevuto alcune segnalazioni da coloro che credevano di essere pazienti del dottore. Le segnalazioni riportavano tutte lo stesso dubbio, ossia se l’uomo fosse o meno un medico accreditato. In seguito a queste segnalazioni la Guardia Di Finanza ha avviato delle indagini.

La finanza ha accertato che l’uomo trascorreva gran parte della sua giornata in una carrozzeria in Valdichiana, officina di cui l’uomo è socio. Nella restante parte della giornata si recava in un ambulatorio medico di Arezzo svolgendo le attività di naturopata, disciplina che la legge ritiene “non medica nè paramedica”.

L’uomo affermava di essere in grado di curare le persone occupandosi anche di persone gravemente malate, alla ricerca di terapia salvavita. Dalle indagini è emerso che il finto medico somministrava cure prive di qualsiasi fondamento scientifico ed inoltre mostrava dei titoli accademici, appesi alle pareti dello studio, del tutto privi di validità poiché rilasciati da università italiane e straniere non riconosciute. 

Le indagini sono partite dopo la segnalazione di uno dei suoi pazienti, il quale ha visto attraverso il vetro dell’officina “il suo medico” svolgere il lavoro di carrozziere. Dopo questa segnalazione la finanza ha deciso di ascoltare altri clienti del falso dottore ed ha ricostruito l’entità del raggiro.

Terminate le indagini sono partite le perquisizioni che hanno confermato tutte le ipotesi degli inquirenti ed è scattata la denuncia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Daniela Marella

Daniela Marella - Personalmente credo nella cura omeopatica ma, affiancata alla cura tradizionale. Purtroppo il 90% di quelli che si spacciano per omeopati utilizzano tecniche fantasiose ed insensate, come cristalli e pendoli. Sembra ormai una moda spacciarsi per omeopata o naturopata, secondo me questa è una conseguenza di una legge che non ha istituito uno specifico ramo nella medicina ufficiale. In Francia la medicina convenzionale viene spesso associata alla medicina convenzionale e la coesione funziona anche perché è regolamentata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!