Iscriviti
Bari

Festa in famiglia all’autogrill: in 15 in A14 per festeggiare

15 persone hanno deciso di festeggiare un compleanno scegliendo una location decisamente singolare: un autogrill dell'autostrada A14. Ecco cosa è successo.

Cronaca
Pubblicato il 30 ottobre 2020, alle ore 17:08

Mi piace
3
0
Festa in famiglia all’autogrill: in 15 in A14 per festeggiare

Le nuove restrizioni messe in atto dall’ultimo Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte, hanno innescato proteste e malumori in molte zone d’Italia. Sono stati tantissimi infatti i manifestanti scesi in piazza per protestare contro le nuove misure restrittive del nuovo decreto firmato il 25 Ottobre.

Uno dei settori più colpiti è sicuramente quello della ristorazione, costretto ad abbassare le saracinesche alle 18:00. Addio quindi a cene, brindisi e feste con gli amici ma si sa che i furbetti che provano ad eludere le regole ci sono sempre, anche quando si tratta di una situazione di emergenza, come quella che stiamo vivendo.

Lo scorso giovedì 29 ottobre infatti, quindici persone hanno pensato bene che l’autogrill potesse essere la location perfetta per festeggiare un compleanno. Ben 15 persone si sono ritrovate infatti a brindare e a far festa all’interno di un’area di servizio. La scelta di questa location poco comune ha un motivo ben preciso: gli autogrill sono gli unici ad essere esonerati dalla chiusura delle 18:00, che invece interessa ristoranti, bar e pub di tutta Italia.

All’interno degli autogrill è inoltre concesso mangiare e bere sul luogo, un’eccezione che è stata pensata per i viaggiatori ed i camionisti che vogliono fare una pausa e non certo per coloro che vogliono festeggiare infischiandosene delle regole in vigore. Purtroppo però non è possibile far affidamento sul buon senso delle persone e questo fa sì che l’autogrill si trasformi nella meta perfetta per far festa, adatta a chi vuole farla e stare insieme ad amici e parenti.

Il compleanno è avvenuto in un autogrill sull’autostrada A-14 Bologna-Taranto, precisamente all’altezza di Acquaviva delle Fonti, in provincia di Bari. Un fatto del genere era già stato immaginato sui social network, dopo la conferenza del premier Conte, ma l’ironia del web si è trasformata in realtà.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ivana Currao

Ivana Currao - Questo accade perchè non si capisce il senso di queste misure restrittive che sono state introdotte con il nuovo Dpcm firmato dal premier Conte lo scorso 25 Ottobre. Bisogna avere buon senso e rispettare le regole e non provare ad eludere continuamente i controlli pur di continuare a festeggiare e a far tutto come prima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!