Iscriviti

Festa di compleanno in una villetta con 13 giovani: elevate multe per un totale di 5.200 euro

L'episodio si è verificato ad Alcamo Marina, in provincia di Trapani. Un cittadino ha chiamato i carabinieri, che sono giunti sul posto proprio mentre un fattorino della zona consegnava la torta.

Cronaca
Pubblicato il 6 dicembre 2020, alle ore 14:31

Mi piace
0
0
Festa di compleanno in una villetta con 13 giovani: elevate multe per un totale di 5.200 euro

I carabinieri di Alcamo Marina, nel trapanese, hanno multato 13 giovani per inosservanza delle norme anti Covid previste dalle legge in questo particolare periodo storico. L’episodio si è verificato nella giornata di ieri 5 dicembre. Nella fattispecie i ragazzi si erano riuniti in una villetta per festeggiare il compleanno di uno di loro.

Una persona ha notato tante auto parcheggiate vicino la casa, per cui intuendo che si stesse svolgendo un evento con molte persone ha deciso di chiamare i militari dell’Arma, che in poco tempo sono giunti sul posto. Il cittadino che ha effettuato la chiamata ha pregato i carabinieri di rimanere anonimo.

La notizia di quanto accaduto è riportata sia dai giornali locali che da quelli nazionali, in particolare anche da TgCom24. Tra l’altro le forze dell’ordine non ci hanno messo molto a trovare l’immobile segnalato, anche perché. oltre ai tanti veicoli parcheggiati lì vicino, dall’interno proveniva musica ad alto volume. A questo punto gli uomini in divisa hanno suonato chiedendo spiegazioni. 

I ragazzi non hanno opposto resistenza

Alla vista dei carabinieri i ragazzi, è bene precisarlo, non hanno opposto nessuna resistenza, anzi, hanno tranquillamente spiegato che stavano festeggiando il compleanno di un giovane che si trovava tra i presenti. Difatti proprio mentre i militari verificavano la situazione è arrivato un fattorino che ha consegnato la torta al festeggiato, con su scritto “buon compleanno”. Il lavoratore non è stato multato, in quanto la consegna a domicilio è sempre consentita su tutto il territorio nazionale con nessun limite di orario.

Alla fine i ragazzi, dopo aver discusso con i militari in maniera pacata, hanno accettato le sanzioni elevate nei loro confronti. La festa di compleanno è stata quindi piuttosto amara per i presenti, in quanto i carabinieri hanno multato tutti loro per un totale complessivo 5.280 euro, ovvero 400 euro a testa.

Le forze dell’ordine, prima di andare via, hanno quindi provveduto a sciogliere la festa e il relativo assembramento. I ragazzi, secondo quanto dichiarato dai carabinieri, non indossavano neanche la mascherina, dispositivo di protezione individuale utile a proteggersi dal Sars-CoV-2. Le autorità invitano tutte le persone a seguire le regole anti-pandemia emanate dagli organi competenti, questo al fine di proteggere sia se stessi ma anche gli altri.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un episodio che ci fa capire ancora una volta che non tutti hanno ben compreso le regole da adottare in questo periodo. Una delle regole fondamentali per contenere il Sars-Cov-2 è non creare assembramenti di qualsiasi natura: bisogna infatti vedere quante meno persone possibili per prevenire la diffusione del contagio. Solo collaborando tutti insieme possiamo mettere fine a quest'emergenza sanitaria che sta interessando tutto il mondo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!