Iscriviti

Femminicidio nel Salernitano: uccide la moglie con 47 coltellate

Lutto cittadino a Cava dei Tirreni domenica 29 gennaio e fiaccolata lungo il corso della città per onorare Nunzia Maiorano, mamma di tre figli uccisa dal marito a coltellate.

Cronaca
Pubblicato il 1 febbraio 2018, alle ore 11:17

Mi piace
15
0
Femminicidio nel Salernitano: uccide la moglie con 47 coltellate

41 anni lei, 48 anni lui, 15, 11 e 5 gli anni dei figli. Famiglia apparentemente felice ma già da un po’ di tempo tormentata da frequenti liti e diverbi. Sarebbe finito male uno dei tanti scontri tra i due coniugi la mattina dello scorso 23 gennaio. La tragedia è accaduta sotto gli occhi del figlio di 5 anni e della mamma della vittima. Ritrovata dai carabinieri – allarmati da una vicina – con il volto sfigurato e in una pozza di sangue, la donna sarebbe morta a causa di una coltellata al polmone destro, secondo la successiva autopsia.

Ma sono state ben 47 le coltellate inferte dal marito, feritosi da solo in seguito al diverbio; l’uomo è inoltre risultato positivo al test antidroga. Ore dopo, davanti ai magistrati, ha sostenuto: “Io l’amavo… ero esasperato, io ho pagato il mutuo per quella casa e lei voleva che me ne andassi”. Sebbene ricoverato in ospedale da più giorni, nessuno dei familiari è andato a trovare Salvatore Siani, assassino della moglie Nunzia Maiorano.

Da brivido le testimonianze davanti alle forze dell’ordine del figlio più piccolo e della nonna materna che hanno assistito alla cruenta e tremenda scena.

La tragedia ha sconvolto l’intera città che si è fatta vicina ai bambini con una fiaccolata che ha seguito il corso della cittadina fino alla chiesa dove si sono tenuti i funerali. Commovente la lettera del figlio più grande, che ringrazia la madre e si scusa con lei per “non averle detto più volte ti voglio bene”, promettendole di onorare la sua memoria.

Numerose sono state le voci che hanno fatto in poco più di una settimana il giro dell’intera città. I due avrebbero già avuto in passato accese discussioni e stavano per separarsi. I magistrati hanno comunque già provveduto ad affidare i tre ragazzi agli zii.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlotta Serenelli

Carlotta Serenelli - "Quando si violentano, picchiano, storpiano, mutilano, bruciano, seppelliscono, terrorizzano le donne, si distrugge l’energia essenziale della vita su questo pianeta. Si forza quanto è nato per essere aperto, fiducioso, caloroso, creativo e vivo a essere piegato, sterile e domato" (Eve Ensler). Non ci sono parole o non ce ne sono mai abbastanza per descrivere quanto l'uomo possa essere cattivo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!