Iscriviti

"Fate una carezza a mio padre ricoverato per Covid": in tanti, anche dall’ospedale, rispondono all’appello social

Morena Vinci vuol fare un regalo al padre, ricoverato per Covid e chiede aiuto ai social: vorrebbe tantissime carezze per lui, nel giorno del suo compleanno, ieri. Desiderio subito esaudito, anche grazie ad infermieri e medici del nosocomio.

Cronaca
Pubblicato il 14 dicembre 2020, alle ore 11:11

Mi piace
0
0
"Fate una carezza a mio padre ricoverato per Covid": in tanti, anche dall’ospedale, rispondono all’appello social

Morena Vinci vuol fare un regalo diverso dal solito a suo padre Salvatore, 78enne, ricoverato per insufficienza respiratoria da Covid, all‘ospedale di Vimercate, in occasione del suo compleanno. La ragazza è alla ricerca di qualcuno che gli faccia una carezza al posto suo, tanto da lanciare un appello via social. La potenza dei socialnetwork la si conosce, ma medici e infermieri del nosocomio in cui Salvatore si trova, non sono da meno, dato che hanno contribuito a realizzare il desiderio di Morena. 

E’partito tutto da un post scritto da lei, sul suo profilo Facebook, sabato 12 dicembre: “Ho bisogno dell’aiuto di tutti, potete condividere il mio appello”. Morena sta cercando qualcuno che lavori all’ospedale di Vimercate, nel reparto Rosa Bianca, dove suo padre è ricoverato al letto 291 per insufficienza respiratoria da Covid.

Morena scrive di avere solo 24 ore di tempo e che non le importa chi possa compiere il gesto, se un medico o un infermiere. L’importante, per lei, è che per il 13 dicembre, per il suo amatissimo papà, ci sia qualcuno disposto a fargli una carezza…carezza che lei e la sua famiglia non possono fargli per via delle attuali disposizioni anti-contagio. 

Grazie ai social e alle infermiere Salvatore riceve tantissime carezze

Morena nel post precisa: “Papà per la sua età e i problemi di salute alterna momenti di lucidità a momenti grigi ma ci tiene tanto al suo compleanno”, ringraziando in anticipo coloro che elargiranno carezze a Salvatore. Grazie anche al supporto fondamentale del gruppo Facebook : “Sei di Monza se…”, sul quale è stato condiviso il post della ragazza, già nella notte alcuni infermieri dell’ospedale di Vimercate si sono messi in contatto con Morena, assicurandole che l’indomani avrebbero esaudito la sua richiesta e ieri, 13 dicembre, ha scritto che a Salvatore sono arrivate tantissime carezze, che l’ospedale ha provveduto a videochiamare la famiglia dell’uomo ricoverato e che medici e infermiere le hanno persino scritto e chiamato personalmente. 

Insomma, desiderio di Morena esaudito per la gioia di papà Salvatore che è stato sonmmerso di carezze nel giorno del suo compleanno, con la speranza che tutto si risolva al più presto e che possa ritornare dai suoi cari. Qualcuno ha persino messo in dubbio la data di nascita dell’uomo, dato che sui documenti è scritto 18 dicembre. Peccato, però, per i maldicenti, che Salvatore sia solo stato rilevato alcuni giorni dopo e che effettivamente festeggi il compleanno proprio nel giorno di Santa Lucia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Storia commovente, quella di Morena e di suo padre. Grazie davvero per la solidarietà mostrata dai social e dal personale medico-infermieristico del nosocomio di Vimercate, dove papà Salvatore è ricoverato per insufficienza respiratoria da Covid. Mi auguro, come tutti, che possa presto riprendersi e tornare dalla sua amatissima famiglia. Ancora auguri Salvatore!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!