Iscriviti

Erba allucinogena dall’Olanda, in manette ex calciatore

In seguito alla maxi operazione conosciuta come Orange Horse, finiscono in manette 18 persone. Tra queste spicca il nome di un famoso calciatore italiano che aveva militato nella Roma durante gli anni 90

Cronaca
Pubblicato il 27 febbraio 2015, alle ore 13:20

Mi piace
0
0
Erba allucinogena dall’Olanda, in manette ex calciatore

Sono diciotto in totale gli arresti tra Italia e Olanda, da cui arrivava la pregiatissima erba conosciuta come “Sensimilla“. Questo tipologia aveva effetti allucinogeni simili alla cocaina, assieme a questa venivano poi sequestrate armi e auto di lusso. Un inchiesta che ha visto una maxi operazione partita tempo fa in seguito alla monitorizzazione della banda criminale che operava tra Roma e Castel Madama, fino all’Abruzzo. Le indagini sono state seguite dalla Direzione distrettuale Antimafia di Roma che ha visto finire in manette anche l’ex calciatore della Roma Gianluca Cherubini.

L’operazione, conosciuta con il nome in codice “Orange Horse“, ha visto finire in manette ben 18 persone tra la notte di del 26 e del 27 febbraio. ci sono voluti ben 2 anni di indagini molto complesse, condotte dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma in seguito a delle denunce di pestaggio ed estorsione accadute nell’ultimo periodo nella capitale.

In Italia, le manette sono scattate nei confronti di C.D., di 42 anni e di Napoli, C.L 43 anni di Roma, L.C. napoletano di 50 anni, D.N.M. romano di 44 anni, D.M.E. romano di 37 anni, D.D.A. abruzzese di 33 anni, D.M.F. romana di 40 anni, C.F. romano di 42 anni, M.M. romano di 45 anni, anni, O.S. romano di anni 39 e l’ex calciatore Gianluca Cherubini, famoso per aver militato nella Roma. Allo stesso tempo la polizia olandese ha eseguito altre 7 custodie cautelari, disposte dall’Autoritò Giudiziaria italiana nei confronti di H.P.C., 55 anni, H.W.T. di 28 anni, V.D.V.C., di 44 anni, unica donna, V.D.Z.L. di 22 anni, V.K.G. di 45 anni, latitante, V.W. di 46 anni e H.A. di 48, che è il capo di questa organizzazione e anche fondatore del gruppo motociclistico “Motoclub Expandables”.

Il calciatore è Cherubini, di 39 anni, è finito in carcere per conto delle indagini anche della DIA di Roma, in quanto facente parte di un organizzazione criminale che pagava la droga importata dall’Olanda con auto di lusso. Una vita finita male dato che il giocatore iniziò la sua carriera alla Reggiana nel 92 per poi passare alla Roma nel 95 ed in seguito ad un aneurisma cerebrale durante la partita Novara-Giulianova recuperò la carriera nell’Ostia per poi darsi alla vita criminale.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!