Iscriviti
Palermo

Donna single riesce ad adottare una bambina

Giusi, una donna single di Palermo, è riuscita ad adottare Otta una bambina della Tanzania. La procedura è stata portata a termine nello stato africano e successivamente ratificata in Italia.

Cronaca
Pubblicato il 9 ottobre 2018, alle ore 19:39

Mi piace
7
0
Donna single riesce ad adottare una bambina

Giusi D’Agostino, una donna di 49 anni impiegata comunale, si è ritrovata spesso a viaggiare tra Palermo e l’Africa in quanto partecipava a delle attività per l’associazione benefica Asante Sane (che nella lingua parlata in Tanzania significa grazie tante), dove era in progetto di aprire una casa famiglia per bambini senza genitori.

Proprio in questa casa famiglia Giusi ha conosciuto Otta quando aveva solo 20 mesi ed è stato amore a prima vista. Giusi, non pensava fosse possibile adottarla dato che era una donna non sposata, ma proprio in Tanzania ha dovuto ricredersi. Lì la legge non fa distinzioni tra single o coppie sposati, in entrambi i casi è possibile adottare un bambino, anche se la legge non è semplice e permissiva. Infatti il percorso per adottare Otta in Tanzania è stato lungo e ricco di impedimenti vari.

L’adozione

Quando finalmente Otta è arrivata in Italia, Giusi ha dovuto depositare presso il tribunale dei minori la sentenza di adozione già tradotta e controllata dall’Ambasciata italiana in Tanzania ed ha dovuto appellarsi all’articolo 44 della legge 184/83 che elenca i casi rari dove una persona non sposata può adottare un bambino. Il giudice minorile ha voluto incontrare prima la mamma e la bambina insieme e poi separatamente. La ratifica non è stata immediata, ma alla fine sono riuscite a formalizzare l’adozione anche in Italia.

Il caso di Otta e Giusi non è stato il primo dove un genitore single ha adottato un bambino. Infatti, in tutta Italia ci sono stati 5 precedenti. Tra questi un caso si è avuto a Napoli, dove a un’altra donna single è stato concesso di adottare una bambina orfana di origine bielorussa; un altro a Venezia, dove anche in questo caso, è stata ratificata un’adozione di una donna single che era avvenuta in un altro stato africano.

Ciò nonostante questi casi restano delle eccezioni, perchè in Italia uno dei requisiti essenziale per adottare un bambino rimane ancora il vincolo matrimoniale.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Elisabetta Monda

Elisabetta Monda - Ci sono tanti bambini orfani nelle case famiglie sia italiane che all'estero che sperano solo di trovare qualcuno che li ami. Non vedo perchè anche in Italia non venga data anche alle persone single la possibilità di adottare, dopo aver dimostrato che sono in grado di prendersi cura di un bambino

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

10 ottobre 2018 - 00:21:41

La priorità andrebbe sempre data alle coppie che non possono aver figli, dacché i bambini hanno bisogno di ambedue le figure genitoriali.

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara
Maria Guerricchio

16 ottobre 2018 - 19:53:04

Ma è anche vero che tra mille cavilli burocratici, troppi bimbi restano in orfanotrofio. Io inizierei subito se in Italia fosse possibile farlo da single.

0