Iscriviti

Dentista col braccio in silicone per il vaccino Covid, l’Ordine: "perseguito con tutti i mezzi possibili"

L'Ordine dei Medici di Biella ha dichiarato: "Agiremo con tutti i mezzi possibili per perseguirlo". La carriera del 57enne dentista Guido Russo potrebbe essere seriamente compromessa.

Cronaca
Pubblicato il 6 dicembre 2021, alle ore 16:45

Mi piace
0
0
Dentista col braccio in silicone per il vaccino Covid, l’Ordine: "perseguito con tutti i mezzi possibili"

Anche se dal punto di vista giuridico la sua posizione è ancora al vaglio degli inquirenti, la carriera del dentista 57enne Guido Russo potrebbe ora essere seriamente compromessa.

L’uomo con il braccio in silicone che cercava di sfuggire all’inoculazione del vaccino, scoperto dall’infermiera che gli stava per inoculare il siero, è stato denunciato con l’accusa di tentata truffa ai danni dello Stato ma contro di lui non è stato emesso nessun provvedimento da parte dell’autorità giudiziaria.

Le dure parole dell’Ordine dei Medici di Biella

Sono trascorsi alcuni giorni da quando il dentista si è presentato con un finto braccio di gomma piuma presso un centro vaccinale per “ricevere” la propria dose e ottenere il Green pass. L’Ordine dei Medici di Biella, di fronte alla truffa bella e buona, non potendo restare in silenzio, ha tuonato: “Agiremo con tutti i mezzi possibile per perseguirlo disciplinarmente”. Guido Russo, già sospeso dall’albo dei medici odontoiatri perchè non vaccinato, potrebbe ora vedersi aggravata notevolmente la sua posizione, dato che l’Ordine imntende perseguirlo per il suo comportamento giudicato offensivo per tutta la categoria, in quanto mette in cattiva luce tutti i colleghi.

Dall’Ordine dei Medici di Biella hanno spiegato che quando hanno appreso che si trattava di un odontoiatra hanno provato uno sdegno profondo, dato che il codice di deontologia medica è il loro giuramento impongono di evitare ogni atto lesivo del decoro e della dignità anche al di fuori dell’esercizio della professione. Il dentista, nei prossimi giorni sarà ascoltato in Procura nell’ambito dell’inchiesta a suo carico e potrà fornire la sua versione dei fatti. La storia del braccio siliconato è arcinota ed incredibile ma ora per l’agguerrito dentista no vax ci sono guai seri in vista col pericolo di essere radiato.

Russo che nmel suo studio odontoiatrico in viale Roma a Biella aveva fatto inserire un cartello che recitava: “La presentazione del Green pass è esclusivamente VOLONTARIA” e che usava come mezzo di opposizione alla presentazione della certificazione verde la questione della privacy è stato tempestivamente smascherato dalla professionalità dell’infermiera Filippa Bua. L’uomo ha anche provato a dissuadere l’infermiera dicendole: “Vorrà mica che abbia tutti questi pettorali” e chiedendo di chiudere un occhio ma la Bua è stata irremovibile, portandoòlo dal medico di turno e firmando con lui il verbale allegato alla denuncia.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una storia davvero incredibile che ci insegna che la verità viene sempre a galla e che i furbetti del Green pass, che tenatano di sottrarsi al vaccino attraverso qualsiasi escamotage, vengono, alla fine, smascherati, facendo i conti con le conseguenze della gravità del reato commesso. In questo caso, complementi all'infermiera che ha intuito subito il raggiro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!