Iscriviti

Denise Pipitone, Olesya Rostova si chiamerebbe Angela: avrebbe già conosciuto la sorella

Pare destinato a risolversi con un nulla di fatto il caso mediatico scatenato dalla trasmissione della tv russa "Lasciali Parlare". La Rostova cercava madre e padre e sosteneva di essere stata rapita da bambina, così come accaduto alla bimba italiana nel 2004.

Cronaca
Pubblicato il 7 aprile 2021, alle ore 11:33

Mi piace
1
0
Denise Pipitone, Olesya Rostova si chiamerebbe Angela: avrebbe già conosciuto la sorella

Olesya Rostova non sarebbe Denise Pipitone, la bimba italiana scomparsa nel 2004 da Mazara del Vallo e mai più ritrovata. Da allora la madre della piccola, Piera Maggio, non si dà pace e ancora oggi continua a cercare informazioni circa la scomparsa della sua bimba. Negli ultimi giorni la tv russa Primo Canale, nella trasmissione “Lasciali Parlare”, aveva raccolto la storia di una donna, Olesya appunto, che dichiarava di essere stata rapita da bambina e cercava la madre e il padre. Alcuni avevano intravisto nei lineamenti della Rostova quelli di Denise. La trasmissione russa registrata ieri, trasmetterà oggi 7 aprile alle 19:00 la puntata in cui si svelerà l’identità di Olesya.

Secondo indiscrezioni giornalistiche ci sono pochissime speranze che quella donna sia in realtà Denise Pipitone. Fanpage riferisce che Olesya, che in realtà si chiamerebbe Angela, negli studi abbia conosciuto la sua sorella biologica naturale di nome Anastasia. Le due, inoltre, dopo essersi conosciute avrebbero cominciato a seguirsi reciprocamente su Instagram, scambiandosi diversi like. Intanto il programma russo è finito al centro delle polemiche soprattutto nel nostro Paese, in quanto avrebbe mostrato interesse per una vicenda molto delicata che ancora oggi fa presa sull’opinione pubblica. 

La famiglia di Denise minaccia azioni legali

In queste ore Piera Maggio, madre naturale di Denise Pipitone appunto, ha minacciato azioni legali nei confronti del programma russo. Il conduttore del programma ha fatto sapere che i risultati dell’esame del gruppo sanguigno della ragazza sarebbe stato rivelato con una busta, circostanza che non è piaciuta a molte persone. “La nostra Olesya Rostova è la ragazza scomparsa in Sicilia Denise Pipitone? Come si chiamava alla nascita la bambina che da tanti anni cerca papà e mamma? Angela? Lidia? Denise? .. Da diversi giorni, ormai, nelle tv italiane vengono trasmessi frammenti di “Let Them Talk” – così ha detto il conduttore di “Lasciali Parlare” Dimitry Borisov.

Inoltre un altro particolare di non poco conto rilevato dai media italiani, è che la ragazza in questione, che appare su un profilo Instagram, sarebbe stata sempre castana di capelli e solo nelle sue ultime foto pubblicate si mostra con i capelli biondi, molto probabilmente per rendere ancora più evidente la somiglia con Olesya. 

Il conduttore russo ha pubblicato una foto con la giovane. Sotto al post c’era scritta la frase “quanta gioia nei miei occhi”: il post però è stato rimosso poco dopo e al suo posto è comparso uno smile con un cactus. La tv russa mantiene il più stretto riserbo sui contenuti che oggi saranno inviati in onda, ma le speranze che quella donna sia Denise sarebbero ormai ridotte al lumicino. Il legale di Piera Maggio ha detto di aver già ricevuto una mail dall’avvocato di Olesya, ma di non poter dire ancora nulla perché si deve rispettare l’embargo. In ogni caso l’esito degli esami sarà trasmesso alla Procura di Marsala che indaga sul caso. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Un caso che sta tenendo alta l'attenzione dell'opinione pubblica quello scatenato dalla tv russa Primo Canale, che in un suo programma ha raccontato la storia di Olesya Rostova, una donna che cercava madre e padre e che sarebbe stata rapita da bambina. Molti hanno visto la somiglianza con Denise Pipitone, ma dalle ultime indiscrezioni che giungono dai media pare che la vicenda sia destinata a chiudersi con un nulla di fatto. Olesya si chiamerebbe Angela e avrebbe una sorella.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!