Iscriviti

Denise Pipitone: nessuna traccia della piccola in casa di Anna Corona

Gli accertamenti effettuati ieri nella casa abitata, pochi anni fa, da Anna Corona, hanno dato esito negativo. Nell'appartamento non è stata rinvenuta alcuna traccia della piccola Denise.

Cronaca
Pubblicato il 6 maggio 2021, alle ore 10:30

Mi piace
1
0
Denise Pipitone: nessuna traccia della piccola in casa di Anna Corona

Non ci sono tracce della piccola Denise Pipitone nella palazzina di via Pirandello, a Mazara del Vallo, nel Trapanese. E’ questo l’esito della lunga ispezione eseguita ieri pomeriggio all’interno dell’edificio che, pochi anni fa, ospitò Anna Corona, madre della sorellastra della piccola Denise, Jessica Polizzi, assolta in tutti e 3 i gradi di giudizio per la scomparsa della bambina. 

L’appartamento passato al setaccio è disabitato da circa un anno perchè i proprietari sono in Svizzera. come ha riferito la custode della palazzina, colei che ha consegnato le chiavi della stessa ai carabinieri che gliele hanno chieste. La donna ha aggiunto che di recente non sarebbero stati, peraltro, fatti lavori di ristrutturazione ma solo “piccoli lavori”.

L’ispezione di ieri pomeriggio

Ieri pomeriggio, i carabinieri del Sis del Reparto operativo di Trapani, hanno raggiunto l’abitazione di via Pirandello, assieme ai vigili del fuoco che hanno ricercato tracce di lavori in muratura fatti negli ultimi anni e non segnalati. Gli accertamenti, iniziati intorno alle 12:50, sono terminati con esito negativo. Nessun sigillo, dunque, è stato apposto alla palazzina dove gli inquirenti si sono recati per cercare tracce della bambina.

Gli accertamenti sono stati voluti dalla Procura di Trapani, alla luce di alcune rivelazioni, giunte in questi giorni, dopo la riapertura delle indagini sulla piccola scomparsa. Controllati anche il garage e una botola sita nella stessa palazzina. In particolare, è stato ispezionato un pozzo, profondo circa 10 metri, al cui interno è presente acqua per un metro e mezzo. Anche qui l’esito è stato negativo. La madre di Denise, Piera Maggio, si è detta scioccolata, dichiarando: “Non sapevo nulla di questi accertamenti nè immaginavo che si parlasse di un cadavere di Denise”. 

L’iniziativa “Insieme per Denise”

Ieri a Mazara del Vallo si è svolta l’iniziativa “Insieme per Denise”, per chiedere verità su quanto accaduto 17 anni fa; un raduno organizzato dal Comune in piazza della Repubblica.L’avvocato storico di Piera Maggio, Giacomo Frazzitta, ha affermato che, nonostante non si sappia chi ha preso Denise, di sicuro non è un extraterrestre ma un umano, anche se ha fatto un gesto inumano, ed è mazarese (ha aggiunto).

Il Sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci, invece, ha dichiarato che l’ispezione è stato un intervento mirato e che si sta sgretolando il muro di omertà. Toccante l’appello del Vescovo, monsignor Mogavero, che si è rivolto alla piazza piena di gente, affinchè chi ha rubato Denise,rompa il silenzio, dando pace ai genitori della piccola scomparsa il 1 settembre 2004 e a tutta l’Italia. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Ancora, dopo 17 anni, nessuna traccia della povera Denise. Il mio pensiero, in questo momento, va a Piera Maggio che in tutto questo tempo, non ha mai smesso di lottare per avere giustizia e capire cosa è accaduto alla sua piccola. Coraggio Piera! Vorrei tanto stringerla forte perché, da mamma, posso capirti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!