Iscriviti

Da Novi a Carpi per bere un mojito: “Lì lo fanno meglio”, multato per oltre 500 euro

Un 50enne di Novi è andato in centro a Carpi per godersi un mojito. Fermato dagli agenti, è stato multato per oltre 500 euro per aver violato il divieto di mobilità.

Cronaca
Pubblicato il 19 novembre 2020, alle ore 03:53

Mi piace
1
0
Da Novi a Carpi per bere un mojito: “Lì lo fanno meglio”, multato per oltre 500 euro

È costata cara ad un cinquantenne la scelta di cambiare comune per potersi gustare il suo drink preferito. Un uomo è stato fermato lunedì pomeriggio dalla polizia di Carpi, impegnata nei controlli per il rispetto delle normative imposte dagli ultimi decreti governativi per la prevenzione della diffusione del Covid-19. 

Peccato però che il 50enne non fosse residente a Carpi, ma a Novi, comune geograficamente distante circa 15 km e che risulta sempre in provincia di Modena ma che, nonostante la vicinanza, è comunque un comune diverso. La sua giustificazione agli agenti che lo hanno fermato ha confermato il futile motivo per il passaggio di comune, e gli è valsa una bella multa.

Il 50enne ha infatti dichiarato di trovarsi in centro a Carpi per bere un mojito, perché a suo dire “Qui lo fanno meglio. Il drink è costato molto caro all’uomo: la sua scusa non ha infatti convinto i poliziotti, che gli hanno imposto una sanzione di 400 euro aumentata inoltre di un terzo in quanto contestata a bordo di un’automobile. Oltre 500 euro di multa totali quindi, il tutto per bersi un mojito all’altezza dei gusti del 50enne.

L’Emilia Romagna è una delle regioni che hanno da poco cambiato “colore” in base a quanto stabilito dagli ultimi Dpcm, passando a regione Arancione. All’interno delle regioni Arancioni non solo non è possibile uscire dalla regione, ma anche lo spostamento tra un comune e l’altro all’interno della regione stessa è vietato.

Spostandosi quindi da Carpi a Modena per la sua bevuta, l’uomo ha violato il divieto di mobilità, che vieta lo spostamento tra comuni se non per comprovate esigenze lavorative, di salute, studio o necessità. La necessità di bere un mojito chiaramente non rientra tra le eccezioni della regola, come ha scoperto a spese del suo portafogli il cinquantenne.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Che dire, speriamo che almeno se lo sia goduto questo mojito, dato che alla fine gli è costato un milione del "vecchio conio". Immagino che a quest'uomo i soldi escano dalle orecchie, altrimenti non mi posso spiegare come abbia pensato che rischiare una multa del genere per un drink potesse essere una scelta sensata.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!