Iscriviti
Napoli

Covid, muore Emilio Acampora: fu il medico sociale del Napoli di Maradona

Emilio Acampora è stato stroncato dal Covid a 91 anni. Tutti lo ricordano come lo storico medico sociale del Napoli di Maradona, con il quale era legato da una fortissima amicizia.

Cronaca
Pubblicato il 4 maggio 2021, alle ore 12:03

Mi piace
0
0
Covid, muore Emilio Acampora: fu il medico sociale del Napoli di Maradona

Se ne va una figura storica del calcio napoletano. Stroncato dal Covid, all’età di 91 anni, Emilio Acampora, medico sociale del Napoli campione d’Italia, guidato da Diego Armando Maradona, non ce l’ha fatta a vincere la sua battaglia contro il virus ed è deceduto nella sua Agerola, in cui era ritornato dopo aver vissuto a lungo nel quartiere di Fuorigrotta.

La famiglia del dottore ha fatto sapere che non sono previste funzioni religiose per dare l’ultimo saluto ad Acampora ma che, nel trigesimo, si terrà una cerimonia per ricordare Emilio, fratello di Romolo Acampora, storico giornalista napoletano classe 1940. Il mondo calcistico, quello che lui conosceva benissimo, è addolorato per l’improvvisa perdita.

Chi era Emilio Acampora 

Nato nel 1939 ad Acerola, da giovanissimo si è trasferito a Napoli, entrando presto a far parte, negli anni 70′, dello staff medico del Calcio Napoli. Dopo aver guidato i giovani calciatori nella vittoria del Torneo di Viareggio del 1975, passò in 1°squadra, dove rimase fino al 1989, accompagnando la squadra, guidata da Ottavio Bianchi e trascinata da Maradona, nelle vittorie del Campionato, della Coppa Italia e della Coppa Uefa. 

Legatissimo a Maradona, fu lui ad occuparsi delle visite mediche del Pibe de Oro nell’estate 1984 , a Castel del Piano e fu sempre lui a contare i famosi palleggi di Maradona con una pesca. Furono 250 i palleggi consecutivi di Diego e ha sempre raccontato in prima persona questo divertente aneddoto. Per i suoi 90 anni, “Il Mattino” ha deciso di riportare un altro aneddoto, riguardante questo medico gentile dai capelli bianchi.

Un giorno Maradona decise di scrivergli una dedica particolare su una sua foto : “Al mio grande idolo”. Acampora, quando el pibe de oro gli chiese perchè non si offendesse per i continui cori razzisti dei tifosi veronesi, rispose: “Sai, mi lavo tutti i giorni“. Un professionista, Acampora, fuori e dentro il campo di gioco. In una nota della società azzurra guidata da Aurelio De Laurentis si legge che la Società Sportiva Calcio Napoli esprime profondo cordoglio per la scomparsa del dottor Emilio Acampora. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Caterina Lenti

Caterina Lenti - Una perdita improvvisa che ha lasciato nello sconforto il mondo del calcio, dove Acampora era una figura storica. Il Covid ha colpito ancora e non posso che unirmi a tutti i messaggi di cordoglio che, in queste ore, si stanno succedendo per onorare la memoria di un grande medico ma, soprattutto, di un grande uomo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!