Iscriviti

Covid, muore dopo la doppia vaccinazione Pfizer: caso rarissimo

Un infermiere di 63 anni, già vaccinato con doppia dose di Pfizer, è risultato positivo al Covid durante una vacanza in Sardegna. Nel giro di poco le sue condizioni si sono aggravate ed è morto.

Cronaca
Pubblicato il 23 agosto 2021, alle ore 12:05

Mi piace
1
0
Covid, muore dopo la doppia vaccinazione Pfizer: caso rarissimo

Nonostante la doppia vaccinazione anti-Covid, un infermiere dell’Azienda dei Colli di Napoli è morto a causa della contrazione del Coronavirus mentre era in vacanza in Sardegna. Come tutto il personale sanitario, sei mesi fa l’uomo si era sottoposto a vaccinazione all’ospedale Cotugno del capoluogo campano. 

Quello di Gabriele Napolitano è sicuramente uno dei più rari casi di penetrazione del virus dopo una doppia vaccinazione. Come riporta la testata giornalistica Il Mattino, l’uomo si trovava in vacanza quando ha accusato i primi sintomi. Per lui è stato necessario un ricovero in una struttura ospedaliera di Sassari. 

Nel nosocomio sardo, il 63enne è stato sottoposto al test del Covid-19 e con grande sorpresa di tutti è risultata la sua positività. Poco dopo aver appreso del contagio, nonostante la vaccinazione, l’infermiere ha riscontrato un rialzo della temperatura corporea. Come quasi sempre accade in questa malattia, sono sopraggiunti anche altri sintomi. 

Ad aggiungersi alla febbre, infatti sono stati la tosse e un’insufficienza respiratoria. Il decorso ospedaliero ed il quadro clinico generale sono andati ora dopo ora a peggiorare. I medici hanno disposto quindi per un trasferimento del paziente in unità sub-intensiva. A Napolitano è stato quindi messo il ‘casco’, un ausilio per aiutarlo a respirare meglio. 

Ma neanche questo è servito all’uomo per migliorare il suo stato. Nel momento in cui le sue condizioni sembravano migliorare, ecco il repentino peggioramento. L’uomo è stato quindi trasferito in terapia intensiva, dove è stato intubato. Considerate le sue condizioni, per lui è stato impossibile a quel punto il trasferimento al Cotugno di Napoli. 

L’uomo purtroppo non ce l’ha fatta ed è deceduto all’ospedale di Sassari. Stando alle parole degli esperti, quello di Napolitano è un caso singolare e sfortunato. Tra le persone già vaccinate, si sono riscontrati altri casi di contagio. Ma mai un decesso. Perché la doppia dose di Pfizer non ha protetto l’infermiere? 

Purtroppo alcune varianti possono aggirare la ‘porta blindata del vaccino’. Come un ladro le prova tutte e trova poi la strada per entrare nelle cellule. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Tiziana Terranova

Tiziana Terranova - Dopo questa notizia, davvero dovremmo fare molta più attenzione e non abbassare la guardia. Per evitare il proliferare delle varianti (che possono quindi bucare la protezione vaccinale) è necessario che ci si vaccini tutti. Il caso dell'infermiere è davvero una cosa molto rara e unica. Ma questo però non deve mettere in discussione la validità dei vaccini.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!