Iscriviti
Bari

Covid-19, Pier Luigi Lopalco: "C’è un calo dell’attenzione, introdurre restrizioni più severe"

Lo ha detto l'assessore alla Sanità della Regione Puglia in un'intervista a Fanpage, che si dice preoccupato anche dall'eventuale aumento dei casi dovuto alla variante "inglese". "Zona gialla misura troppo blanda".

Cronaca
Pubblicato il 12 febbraio 2021, alle ore 10:19

Mi piace
1
0
Covid-19, Pier Luigi Lopalco: "C’è un calo dell’attenzione, introdurre restrizioni più severe"

Per Pier Luigi Lopalco, epidemiologo e assessore alla Sanità della Regione Puglia, la gente sta cominciando ad abbassare l’attenzione sulla pandemia Covid-19, e per questo servirebbero urgentemente restrizioni più severe. L’epidemiologo non ha utilizzato giri di parole durante la sua intervista al giornale online Fanpage. L’esperto ha anche lanciato un monito alle forze politiche, a cui ha detto di sbirgarsi per formare il nuovo Esecutivo che sarà presieduto da Mario Draghi. Secondo l’esperto adesso c’è bisogno di forti misure restrittive per potere contenere il contagio, ma anche l’avanzata delle nuove varianti. 

Per Lopalco l’introduzione della zona arancione in Italia ha funzionato, così come anche la zona rossa, ma per quanto riguarda la fascia gialla questa per l’esperto è una “misura troppo blanda”. Il virologo ha spiegato che proprio le regioni passate in zona gialla hanno visto immediatamente salire nuovamente i nuovi casi giornalieri, tornando quindi presto alla chisura totale o parziale di molte attività. “Siamo in inverno, il virus circola da un anno, questo è un periodo molto delicato” – così ha detto l’epimiologo durante la sua interivista. 

Pier Luigi Lopalco: “Preoccupato da calo attenzione”

Pier Luigi Lopalco si è detto molto preoccupato dal calo dell’attenzione dei cittadini. Secondo l’esperto questo sta succedendo perchè le persone sono stanche delle continue restrizioni, e anche perché molte famiglie sono in crisi economica , dovuta proprio alla pandemia che ha fatto perdere guadagni consistenti a molta gente. Pur capendo appieno queste ragioni, l’assessore ha ricordato che non è ancora il momento di abbassare la guardia. 

Per quanto riguarda lo sviluppo delle varianti, Lopalco ha informato che quella “inglese” sta ormai prendendo il sopravvento. Ed è proprio per questo motivo che il nuovo Esecutivo dovrebbe introdurre misure più severe per contrastare la circolazione del virus. Tra l’altro proprio la Puglia nella giornata dell’11 febbraio è passata da zona arancione a zona gialla, dopo una revisione dei dati per quanto riguarda la disponibilità di posti letto in terapia intensiva. A tal proposito, nelle scorse ore, lo stesso Lopalco ha precisato che non c’è stato nessun errore nel calcolo dei posti letto.

“Come normalmente accade durante il fine settimana la cabina di regia del ministero fa la sua valutazione su 21 indicatori e ce la trasmette. Quando abbiamo ricevuto la comunicazione c’erano alcuni indicatori che secondo noi potevano essere valutati diversamente, perché alcuni sono numerici ma possono comunque dare luogo a delle valutazioni. Quindi, sulla base di un gruppo di indicatori noi abbiamo chiesto al ministero di valutare eventualmente in maniera differente il totale livello di rischio” – così ha spiegato Lopalco a Bari Today. 

Infine, nella sua intervista a Fanpage, l’esperto si è comunque detto ottimista per quanto riguarda la prossima estate. Per Lopalco durante la bella stagione dovremo poter avere una minore circolazione del virus, e forse grazie alle vaccinazione ancora meno della scorsa estate. Il virologo si augura che comunque in queste settimane si acceleri sulla vaccinazione delle fasce maggiormente a rischio.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Monito importante quello di Lopalco, che invita la popolazione a non abbassare la guardia, anche se il periodo è molto difficile. Il Covid-19 circola ancora, e purtroppo intensamente, per cui bisogna ancora prestare molta attenzione ai comportamenti quotidiani. Le zone gialle non vogliono dire uno scampato pericolo, e già questa settimana molte regioni potrebbero tornare rosse o arancioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!