Iscriviti

Covid-19 Italia, 23.195 nuovi casi e 129 decessi nelle ultime 24 ore

Il nostro Paese fa registrare una leggera risalita dei contagi da Covid-19, ma i numeri ormai sono in costante crescita, così come anche i decessi. In Puglia registrati quasi 600 casi, numeri che non si vedevano dalla terza ondata.

Cronaca
Pubblicato il 15 dicembre 2021, alle ore 19:20

Mi piace
0
0
Covid-19 Italia, 23.195 nuovi casi e 129 decessi nelle ultime 24 ore

Sono 23.195 i nuovi contagi giornalieri da Covid-19 e 129 i decessi registrati nelle ultime 24 ore in Italia. Purtroppo sono numeri che, anche se leggermente, tendono ad aumentare ogni giorno sempre di più, segno che il nostro Paese, come del resto altre nazioni d’Europa, è entrato in quella che viene definita la quarta ondata di contagi. Dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Italia sono stati registrati 5.282. 076 casi di contagio e 135.178 decessi

Nella giornata odierna la regione con più infezioni registrate è la Lombardia, con 4.765 nuovi contagi registrati nelle 24 ore. A lei segue il Veneto con 3.677 casi nella giornata appena trascorsa. Nel nostro Paese nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 634.638 tamponi: nella cifra, lo ricordiamo, sono compresi sia i tamponi molecolari e antigenici. Il tasso di positività si attesta così al 3,7%. Si registra un incremento dei casi Covid anche al Sud della Penisola.

In Puglia quasi 600 casi

Al Sud la Campania continua ad essere la regione che fa registrare più casi giornalieri, con 1.621 infezioni registrate nell’arco nelle 24 ore. Anche in Puglia oggi il trend è in assoluta crescita, in quanto si sono registrati quasi 600 positivi, per la precisione 598. Le provincie più colpite risultano essere quelle di Bari e Brindisi. 

La Calabria, attualmente in zona gialla, fa registrare altri 372 nuovi casi. La regione ha comunque superato la soglia dei ricoveri ordinari e in terapia intensiva, per questo il Governo ha deciso per il suo cambio di fascia. Venerdì prossimo, giorno del consueto bollettino settimanale, in zona gialla entreranno sicuramente altre regioni. 

Il virus corre nel nostro Paese e fondamentale resta vaccinarsi. Nel nostro Paese l’85% delle persone over 12 ha completato il ciclo vaccinale, sia con il siero monodose Johnson&Johnson sia con quelli a doppia dose come AstraZeneca, Pfizer o Moderna. Sono purtroppo anche milioni i no-vax che non hanno ricevuto nessuna dose di vaccino. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come il virus circola intensamente nel nostro Paese, e per questo c'è bisogno di tantissima attenzione. Resta fondamentale vaccinarsi contro questo patogeno, questo per evitare che se si contrae il virus non si finisca ricoverati in ospedale o, peggio ancora, in terapia intensiva. C'è bisogno ancora di tanta pazienza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!