Iscriviti

Covid-19, in Lombardia torna il lockdown per quattro comuni: varianti del virus un pericolo

Si tratta di Castrezzato, Viggiù, nel Varesotto, Mede, nel Pavese, e Bollate, nel Milanese. L'ordinanza sarà valida dalle 18:00 del 17 febbraio fino a mercoledì 24 febbraio. Chiuse tutte le scuole, opereranno solo con la Dad.

Cronaca
Pubblicato il 17 febbraio 2021, alle ore 10:46

Mi piace
1
0
Covid-19, in Lombardia torna il lockdown per quattro comuni: varianti del virus un pericolo

Le varianti del coronavirus stanno spaventando l’Europa e anche l’Italia, per questo la Regione Lombardia ha deciso di instaurare un lockdown totale per quattro comuni che ricadono nel suo territorio. Si tratta di Castrezzato, Viggiù, in provincia di Varese, Mede (Pavia) e Bollate, comune alle porte di Milano. Per queste cittadine è stato disposto un lockdown totale valido dalle 18:00 del 17 febbraio fino al 24 febbraio. La decisione è scaturita proprio a seguito di numerose infezioni da Covid-19 riscontrate, molte delle quali sarebbero da attribuire alla variante “inglese”. Da Palazzo Lombardia spiegano che si tratta di una scelta necessaria a contenere l’avanza del virus e delle sue mutazioni. 

“La decisione è dovuta all’insorgere di cluster di contagio legati alla diffusione di varianti del virus” – così recita l’ordinanza della Regione. Il Presidente Attilio Fontana ha girato il tutto al Ministro della Salute, Roberto Speranza, che ha dato l’ok alla zona rossa. Nei territori in questione resteranno aperte quindi solo le attività essenziali, mentre chiuderanno bar e ristoranti che potranno operare solo con la modalità di asporto. Per contenere il contagio anche tutte le scuole di ogni ordine e grado chiuderanno e si proseguirà solo con la Dad. 

Il pericolo delle varianti

Nei territori che saranno sottoposti a lockdown sarà quindi vietato uscire da casa per tutta la giornata se non per motivi assolutamente necessari, come per lavoro, per fare la spesa o motivi di salute. Nelle quattro cittadine, comunque, saranno garantiti i servizi educativi rivolte agli alunni con disabilità e bisogni educativi speciali, almeno così riferisce la testata giornalistica Il Post. Le varianti del Covid si stanno diffondendo in tutto il Paese e questi comuni sono tra i primi ad entrare in lockdown in Lombardia. 

Non si esclude che anche a livello nazionale possano essere prese decisioni del genere. In questi giorni molti esperti hanno manifestato la necessità di introdurre nuovamente un lockdown nazionale per poter far fronte alle mutazioni del coronavirus. L’idea non sarebbe sul tavolo del Governo presieduto da Mario Draghi, che vorrebbe adottare però singole misure chirurgiche territorio per territorio. 

Il 24 febbraio, visto anche l’andamento epidemiologico, la zona rossa nei quattro comuni lombardi potrà essere revocata o prolungata. Con questa mossa la Regione spera di poter frenare l’avanzata della mutazione, e che si possa presto tornare alla normalità. Attualmente la Lombardia si trova in zona gialla, ma se i numeri dovesseo aumentare da venerdì 19 febbraio potrebbe passare in zona arancione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Torna la zona rossa in Lombardia, al momento solamente per quattro comuni. Si tratta di una scelta necessaria atta a fermare il contagio da Covid-19 e soprattutto dalle sue mutazioni. Nei prossimi giorni arriverà il nuovo monitoraggio dell'ISS che potrebbe far entrare in zona arancione la Lombardia. Si attendono quindi le decisioni delle autorità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!