Iscriviti

Covid-19, Ilaria Capua: "Certa la terza ondata a gennaio, non bisogna cantare vittoria"

La virologa e direttrice del One Health Center della Florida durante la trasmissione DiMartedì ha spiegato che per ora il virus non andrà via e quella che stiamo vivendo ora è una fase di stabilizzazione. "Periodo invernale sempre complesso per la sanità".

Cronaca
Pubblicato il 9 dicembre 2020, alle ore 11:29

Mi piace
0
0
Covid-19, Ilaria Capua: "Certa la terza ondata a gennaio, non bisogna cantare vittoria"

La virologa Ilaria Capua, direttrice del One Health Center della Florida, nella serata di ieri 8 dicembre è stata intervistata da Giovanni Floris durante la trasmissione DiMartedì. Come ogni settimana la Capua ha fatto il punto della situazione della pandemia da Sars-CoV-2 sia nel nostro Paese che nel mondo intero. L’ esperta ha riferito che ormai sembra certo che a gennaio ci sarà la cosiddetta “terza ondata” e per questo ” bisogna essere preparati e non cantare vittoria”. Secondo lei quella che stiamo vivendo adesso è una fase di stabilizzazione, ma dopo le feste di Natale probabilmente i casi torneranno ad aumentare, in quanto non stiamo azzerando la curva. 

La Capua ha spiegato che il periodo invernale “è sempre complesso per la sanità” per questo c’è bisogno di fare ancora molta attenzione, in quanto a livello globale la situazione pandemica non si è ancora stabilizzata. L’esperta non ha saputo spiegare con precisione quanto durerà la “terza ondata” e l’impatto che avrà sulla popolazione, ma si è limitata a dire che tutto dipenderà dai comportamenti della gente. Anche negli Stati Uniti, ha spiegato la virologa, si attende una recrudescenza dei casi soprattutto dopo che gli americani nelle scorse settimane hanno festeggiato il Giorno del Ringraziamento, un momento in cui le famiglie si sono riunite. 

Capua: “Vaccinare entro l’estate le fasce da proteggere”

Ilaria Capua si è espressa anche sulla questione dei prossimi vaccini anti Covid che arriveranno per fronteggiare la malattia. La professionista si è detta soddisfatta dell’arrivo di queste cure che serviranno sicuramente a mitigare l’impatto della pandemia a livello globale. Lei però ritiene che al massimo entro la prossima estate del 2021 si dovranno riuscire a vaccinare tutte quelle fasce da proteggere, come anziani ed operatori sanitari. La direttrice del One Health Center si augura che così facendo si riesca a diminuire la pressione sugli ospedali, che al momento resta ancora molto alta. 

” L’obiettivo del virus è continuare a correre” – questo è il monito che Ilaria Capua lancia alla popolazione, invitandola quindi a tenere comportamenti ancora responsabili per un certo periodo di tempo. Già negli scorsi giorni la virologa aveva dichiarato che per le feste di Natale personalmente non si sarebbe mossa dalla sua residenza per andare a fare cenoni e feste con amici e parenti. 

Sulla stessa lunghezza d’onda della Capua sono anche i virologi Andrea Crisanti e Pierluigi Lopalco, quest’ultimo assessore alla Sanità della Puglia. Gli esperti hanno dichiarato che per questo Natale si dovrà rinunciare alla socialità così come eravamo abituati, e lo stesso Crisanti nella giornata di ieri 8 dicembre ha dichiarato che “i mesi di gennaio e febbraio saranno terribili”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Tutti i virologi ormai concordano che a gennaio e comunque ad inizio 2021 ci sarà la quella che viene definita "terza ondata" di contagi da Covid-19. Per questo resta importante continuare a seguire le regole in attesa che la pandemia finisca. I vaccini, già pronti, serviranno a mitigare l'impatto della malattia ma bisogna capire che quest'ultima non scomparirà da un giorno all'altro. Tutti insieme, con i nostri comportamenti, potremo però contribuire ad uscire dalla fase di emergenza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!