Iscriviti

Covid-19, il Ministero: "Quarantena anche per chi ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino"

Il dicastero ha preso questa decisione dopo che tre medici di un ospedale vicino Roma sono stati trovati positivi al virus nonostante avessero ricevuto tutte e due le dosi del siero anti Covid. Il protocollo prevede 10 giorni di isolamento.

Cronaca
Pubblicato il 10 febbraio 2021, alle ore 11:58

Mi piace
1
0
Covid-19, il Ministero: "Quarantena anche per chi ha ricevuto entrambe le dosi del vaccino"

Il Ministero della Salute comunica che da oggi, anche le persone vaccinate contro il Covid e che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino, dovranno restare in quarantena in caso di contatti stretti con un positivo. Così è stato stabilito nel corso di una riunione in video-conferenza tra Governo e Regioni. La scelta si è resa necessaria dopo che tre medici di un ospedale vicino Roma, poco fuori la Capitale, sono stati trovati positivi al coronavirus Sars-CoV-2 dopo aver completato il ciclo di vaccinazione al Covid. 

Dopo la diffusione di questa notizia, che potrebbe generale allarmismo nella popolazione, è intervenuto il direttore scientifico del Policlinico Tor Vergata, Massimo Andreoni, il quale ha spiegato che l’accaduto dimostrerebbe che “anche i vaccinati potrebbero essere portatori del virus”. Secondo quanto spiegato dall’esperto, i tre medici trovati positivi erano asintomatici, per cui per loro non ci sono state grosse conseguenze, anche se la situazione va monitorata. 

Cluster in un reparto

In questo ospedale romano ultimanente si è sviluppato un cluster di positivi al Covid, per cui i sanitari hanno cominciato a fare tamponi a tappeto su tutto il personale e ai pazienti. Sono stati sottoposti al test per rilevare l’infezione da Sars-CoV-2 anche quei medici che avevano ricevuto entrambe le dosi del vaccino. Qui si è appunto scoperto che i tre fossero positivi al virus. “Il vaccino sicuramente protegge dalla malattia, si sapeva, non per forza dall’infezione” – queste sono le parole di Andreoni. 

Il virologo ha comunque spiegato che essere positivi da vaccinati non vuol dire per forza essere contagiosi. La cautela per adesso deve essere massima, anche perché ci sono in circolo le varianti del virus, che potrebbero causare una terza ondata e su cui ci sono ancora in corso tutti gli studi necessari. Per i vaccinati che risultano positivi al Sars-CoV-2 il protocollo prevede 10 giorni di isolamento

Intanto la pandemia nel nostro Paese continua a stabilizzarsi, basti pensare che solo nella giornata di ieri 9 febbraio il bollettino epidemiologico ha segnato 10.630 nuovi casi. Purtroppo rimane altissimo il numero dei decessi, che nelle ultime 24 ore ha toccato la cifra di 422 unità. Per il Cnr l’epidemia è tornata al livello di ottobre proprio grazie alle misure di contenimento instaurate dal Governo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Una notizia che fa davvero riflettere questa che arriva da Roma, e che ci fa capire di come non conosciamo ancora bene questo nuovo coronavirus che ormai da un anno a questa parte ha sconvolto le vite di tutti noi. Per questo la prudenza deve essere ancora massima su tutto il territorio nazionale e nel mondo intero.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!