Iscriviti

Covid-19, 37 positivi e 100 bambini in quarantena dopo un focolaio in un asilo

Succede a Edolo, in provincia di Brescia. All'origine dell'esplosione dei contagi ci sarebbe, forse, una festa di compleanno organizzata in una casa del paese. Il sindaco non esclude che la cittadina possa entrare in zona rossa se aumentano i contagi.

Cronaca
Pubblicato il 23 aprile 2021, alle ore 12:56

Mi piace
0
0
Covid-19, 37 positivi e 100 bambini in quarantena dopo un focolaio in un asilo

Il Covid-19 continua a non mollare la presa, specialmente nel nord del nostro Paese, dove ancora si registrano dei focolai importanti di coronavirus. Si pensi ad esempio a quanto sta succedendo a Edolo, in provincia di Brescia, dove 37 persone di un asilo sono state trovate positive al Covid, mentre altri 100 bambini sono in quarantena fiduciaria in attesa di essere sottoposti a tampone.

Il paese è piccolo e la situazione abbastanza esplosiva. Al momento non è dato sapere da dove abbia avuto origine il focolaio, si pensa che ci sia stata una festa di compleanno in una casa del posto, ma tutto questo ha bisogno di ulteriori accertamenti. 

Gli abitanti di Edolo adesso sono preoccupati che il contagio possa dilagare. Per questo il sindaco Luca Masneri ha fatto una diretta Facebook nelle scorse per informare su quanto sia delicata la situazione nel comune da lui presieduto. Il primo cittadino fa sapere che tutto è partito da tre contatti primari, ovvero due bambini e un educatore trovati positivi. Poi da qui sono state trovate positive altre 14 persone e 16 nella giornata di ieri 22 aprile. Il totale degli attualmene positivi al Covid è quindi 37, anche se i numeri potrebbero aumentare. 

Rischio zona rossa

L’asilo in cui sono stati trovati i positivi è stato chiuso in via delprecauzionale e gli ambienti sottoposti a sanificazione. Per quanto riguarda la presunta festa di compleanno da cui sarebbero partiti i contagi neanche il sindaco si sbilancia. “Ho ricevuto diverse segnalazioni al riguardo. Non so se qualcuno ha, in maniera del tutto inopportuna e non autorizzata, fatto una cosa così superficiale” – così ha detto Masneri alla stampa nazionale. 

Il primo cittadino fa inoltre sapere un altro dato preoccupante che emerge dalle analisi effettuate sui campioni di virus prelevati dai contagiati: in uno dei soggetti è stata infatti riscontrata una delle varianti attualmente in circolazione, anche se non è stato specificato ancora quale di esse sia. Ci sarà bisogno quindi di ulteriori test

“In questo caso, la presenza di una variante impone l’applicazione di un protocollo sanitario. Tutti e cento i bambini della scuola saranno posti in quarantena e non potranno uscire” – così riferisce il primo cittadino. Il comune, se i casi dovessero aumentare nei prossimi giorni rischia di finire in zona rossa. “Provo rammarico, delusione e vergogna quando si deve arrivare a esercitare la forza pubblica perché non c’è da parte di una minoranza la responsabilità di comprendere i doveri verso tutta la comunità” – così conclude la sua intervista il sindaco di Edolo, Luca Masneri.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Quello che sta succedendo a Edolo ci fa capire di come non bisogna assolutamente sottovalutare i rischi derivati dal contagio da Sars-CoV-2. Si tratta di un patogeno subdolo e molto pericoloso che si diffonde molto velocemente da persona a persona, per questo le autorità hanno emesso dei provvedimenti restrittivi alle libertà personali. Sottovalutare il Covid vuol dire mettere in pericolo se stesse e gli altri.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!