Iscriviti

Cosenza, tenta di strangolare la moglie: a fermarlo la figlia di 9 anni che assiste alla scena

Ha tentato di strangolare la moglie con un cavo elettrico. La donna è ancora in vita a causa delle urla di paura della figlia di 9 anni che ha sorpreso il padre durante il folle gesto.

Cronaca
Pubblicato il 24 dicembre 2018, alle ore 10:29

Mi piace
2
0
Cosenza, tenta di strangolare la moglie: a fermarlo la figlia di 9 anni che assiste alla scena

A raccontare l’aggressione ai Carabinieri è stato lo stesso 63enne, che, dopo aver lasciato la moglie morente sul pavimento di casa, è andato a costituirsi. “Ho fatto una cosa grave“, avrebbe detto ai militari ancora in stato confusionale. Al termine della confessione, i militari si sono diretti presso la sua abitazione ritrovando la donna in fin di vita. Al suo fianco c’era ancora la bambina di 9 anni in lacrime.

Ci troviamo a Rende, in provincia di Cosenza, e ad aver salvato la donna è stata la figlia di soli 9 anni che ha sorpreso il padre durante il folle gesto scoppiando in un pianto straziante, fermandolo così prima che la madre venisse uccisa. È stato lo stesso 63enne ad affermare che il motivo che lo ha spinto ad andarsene senza portare a termine lo strangolamento, è stato proprio il pianto di terrore della figlia.

Il tentato femminicidio

Il movente che ha spinto il 63enne a soffocare la moglie con un cavo elettrico, sarebbe stata l’ennesima lite di coppia che lo ha portato all’esasperazione. 

L’uomo, intento a mettere fine alla vita della moglie, non si era accorto della presenza della figlia di appena 9 anni in casa. La bambina, entrata nella stanza in cui si stava commettendo l’omicidio, avrebbe urlato al padre in lacrime di fermarsi, e proprio a causa della sua presenza l’uomo avrebbe lasciato la moglie morente sul pavimento uscendo di casa, e dirigendosi poco dopo presso i Carabinieri per costituirsi.

Non appena saputo quanto successo e della presenza della moglie in fin di vita nella loro abitazione, i carabinieri di Lattarico e della Compagnia di Rende hanno fatto irruzione presso la casa della famiglia, ritrovando la donna dove descritto dal 63enne; al suo fianco c’era ancora la figlia che tentava di soccorrerla in lacrime. La vittima è stata portata in ospedale dov’è ricoverata fuori pericolo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Una storia davvero straziante questa che arriva da Cosenza. Una bambina così piccola ha dovuto ad assistere ad una delle cose peggiori. Purtroppo questa creatura è stata ora segnata con una esperienza che non riuscirà mai a dimenticare. A lei e alla mamma vanno i nostri pensieri e la speranza che la donna possa rimettersi presto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!