Iscriviti

Cosenza, ragazza muore dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid di Moderna

La notizia è stata diffusa in queste ore dai media nazionali. Il dramma, l'ennesimo in Italia nel giro di 24 ore, si è verificato a Cosenza. La giovane, di 24 anni e originaria di Mendicino, era in buona salute. Lutto cittadino nella cittadina in cui risiedeva.

Cronaca
Pubblicato il 11 giugno 2021, alle ore 09:42

Mi piace
0
0
Cosenza, ragazza muore dopo aver ricevuto il vaccino anti Covid di Moderna

A poche ore di distanza dalla morte di Camilla Canepa, la 18enne deceduta ieri pomeriggio in Liguria in seguito ad una trombosi cerebrale dopo aver rivevuto il vaccino anti Covid prodotto da AstraZeneca, un’altra triste notizia è giunta in queste ore dalla Calabria, precisamente da Cosenza, dove una 24enne è deceduta a pochi giorni di distanza dall’inoculazione della prima dose del vaccino prodotto da Moderna. La vittima, Alessia Reda, era originaria di Mendicino

La ragazza si era recata a metà maggio presso un hub vaccinale per sottoporsi alla somministrazione del siero contro il coronavirus, quando, per cause che sono ancora tutte in corso di accertamento, pochi giorni dopo ha iniziato a sentirsi male. Secondo il Quotidiano del Sud e Il Tempo la giovanissima godeva di ottima salute. Nessuna malattia, nessuna condizione di salute particolare. L’Azienda Ospedaliera di Cosenza sta raccogliendo adesso tutte le informazioni possibili e provvederà poi a segnalare il caso all’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco. 

Lutto cittadino

Intanto l’amministrazione comunale di Mendicino ha indetto il lutto cittadino. “Alla luce del dolore profondo che ha colpito la nostra comunità, per la perdita della nostra giovanissima Alessia ho appena deciso di proclamare un lutto cittadino. Le bandiere del Municipio saranno poste a mezz’asta. Alla famiglia di Alessia la mia personale vicinanza e quella di tutti i cittadini mendicinesi. Che la terra ti sia lieve piccolo angelo” – così ha scritto il sindaco Antonio Palermo. Alessia sarebbe morta a causa di una embolia polmonare.

In Calabria adesso è psicosi da vaccino anti Covid, anche perché altre due donne, una 46enne e una 49enne si trovano ricoverate in gravissime condizioni in rianimazione presso l’ospedale di Cosenza e al San Giovanni di Dio di Crotone. Anche loro avevano ricevuto il vaccino anti Covid. 

La prima donna, la 46enne, pare soffrisse già di problemi di coagulazione ed è stata portata d’urgenza in ospedale, mentre la 49enne, ricoverata in condizioni più che gravi non è noto se soffrisse di altre patologie. Entrambe sono state operate d’urgenza a causa di una trombosi. Le condizioni della prima, inoltre, sarebbero gravissime, e nonostante l’operazione eseguita pare che fino ad ora non arrivino buone notizie. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Questo altro episodio ci porta assolutamente a riflettere sull'uso dei vaccini anti Covid nei giovani, che solitamente sono sani e godono di buona salute. Nelle prossime ore le autorità sanitarie dovrebbero esprimersi circa l'utilizzo di AstraZeneca sui più giovani. Un lutto davvero assurdo quello che ha colpito la comunità di Mendicino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!