Iscriviti

Corovanirus, il calendario della Fase 2. Ripresa scaglionata per aziende e bar

Nella Fase 2 si potrà tornare gradualmente alla vita normale seguendo un calendario fitto di ripartenze. Gli esperti, però, sono pronti a fare un passo indietro se la curva dei contagi dovesse riprendere a salire

Cronaca
Pubblicato il 24 aprile 2020, alle ore 09:51

Mi piace

La Fase 2 sta per iniziare e sarà scandita da un vero e proprio calendario che regolamenterà la ripartenza dell’economia del nostro paese dopo l’emergenza Coronavirus.

Saranno quattro lunedì, infatti, a scandire la ripartenza dopo il lockdown che ha costretto gli italiani a rimanere in quarantena nelle proprie case per evitare la diffusione del virus Covid-19, che tanto sta preoccupando il mondo intero.

Da una parte c’è chi vorrebbe ripartire in quarta dopo questo periodo di stop ma il Governo ha messo un freno ed ha stilato un vero e proprio calendario per regolamentare la riapertura di negozi ed aziende. Si partirà da lunedì 4 maggio fino alla fine del mese. Ovviamente, però, tutto dipenderà anche da come andranno le cose in questo periodo e come proseguirà la curva dei contagi.

Qualora, infatti, il numero dei contagi dovesse riprendere a risalire il Governo potrebbe cancellare alcune ripartenze e modificare questo calendiario.

Vediamo, però, nel dettaglio come verrà scandità la riapertura delle aziende.

27 Aprile

Il primo step di riapertura è fissato per il 27 aprile. In questa data, infatti, riapriranno le fabbriche di macchine industriali destinate all’agricoltura ed alla silvicoltura.

Una riapertura significativa, un primo passo verso la riapertura più consistente della settimana successiva.

4 Maggio

In questa data inizia la riapertura pià significativa. Via libera ai cantieri, alle industrie della moda e del tessile ma anche allentamento dei divieti di spostamento.

Si potrà fare attività fisica all’aperto anche lontano dalla propria abitazione, anche insieme ad altri mantenendo però le distanze di sicurezza. Si potrà uscire di casa e, con autocertificazione, anche spostarsi in altri comuni.

In questa data ripartiranno anche Lotto e Superenalotto.

11 Maggio

Se tutto andrà come gli esperti si attendono, in questa data inizierà la vendita al dettaglio. Potranno, quindi, riaprire i negozi di abbigliamento, di calzature e in genere tutti quegli esercizi commerciali fino a questo momento tenuti chiusi dalle norme di contenumento.

Ovviamente tutto questo a patto che si rispetti il distanzialmente e che tutti indossino i dispositivi di protezione.

Continueranno, invece, a rimanere chiusi i mercati rionali che non vendono alimenti ed i centri commerciali. In questi contesti, infatit, sencondo il Comitato scientifico, sarebbe ancora troppo alto il rischio di contagio.

18 Maggio

Finalmente potranno riaprire anche bar e ristoranti. Per questi esercizi commerciali, però, le norme di contenimento saranno essenziali per una corretta ripartenza. Mascherine e guanti obbligatori per tutti ma anche due metri di distanza tra un tavolo e l’altro e un metro dal bancone.

Sono queste le regole che dovranno essere rispettate affinchè questi esercizi commerciali possano riprendere la loro normale attività.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!