Iscriviti

Coronavirus, Katia muore a 38 anni lasciando due bambine di 9 e 2 anni

Katia Colucci è la vittima di covid-19 più giovane della provincia piemontese di Verbano Cusio Ossola: morta a soli 38 anni, lascia due bimbe di 9 e 2 anni.

Cronaca
Pubblicato il 5 aprile 2020, alle ore 23:21

Mi piace
9
0
Coronavirus, Katia muore a 38 anni lasciando due bambine di 9 e 2 anni

Il coronavirus continua imperterrito a seminare morte, dolori e grandi sofferenze. Alla luce degli ultimi dati, nonostante ci sia un calo dei deceduti, l’Italia continua a piangere le vittime di covid 19 che ammontano a 15.886 morti, con un incremento dei contagiati che arriva a quota 128.948.

Tra le vittime di questa crudele pandemia c’è Katia Colucci che si è spenta a 38 anni lasciando due bambine di 9 e 2 anni. Katia risulta essere la vittima più giovane della provincia piemontese di Verbano Cusio Ossola. Precisamente, la giovane madre abitava con la famiglia a Gravellona Toce dove si è trasferita dalla Puglia per seguire il marito Bruno.

In realtà, la vita di Katia non è stata molto semplice: in passato, la donna ha dovuto combattere contro un tumore che ha richiesto lunghe e strazianti cure. Nonostante la sofferenza, Katia non si è mai arresa e con immensa grinta è riuscita a lottare e a vincere contro quel male che voleva strapparla dalla sua famiglia.

Dopo una strepitosa vittoria, Katia ha dovuto affrontare una seconda battaglia chiamata “coronavirus”, contro la quale non ha potuto competere. A raccontare la storia di Katia è il marito Bruno, frontaliere in Svizzera, che ha voluto far conoscere la storia di coraggio di questa grande donna.

Nel pomeriggio di mercoledì, Katia accusava forti difficoltà respiratorie che l’hanno costretta a un ricovero immediato in ospedale a Verbania. Bruno, come tanti altri familiari, non ha potuto assistere la moglie ma ha avuto solo la possibilità di ricevere informazioni continue dai sanitari: una foto inviata dalla dottoressa e infine la notizia drammatica del decesso.

Nessuna persona ha potuto salutare Katia che ha lasciato questo mondo trovandosi vicino i medici e gli assistenti che stanno lottando, senza mai risparmiarsi, per salvare la vita di ogni paziente. Sono tanti i messaggi di parenti, amici e conoscenti che hanno voluto ricordare Katia descrivendola come una donna altruista e sempre sorridente, sia a casa e sia a lavoro. Tutta la comunità si è stretta al dolore della famiglia: ora il pensiero principale è per le sue due bimbe, Giorgia e Angela.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Gaetano La Rocca

Gaetano La Rocca - In questo difficilissimo periodo storico, soffocato da una potentissima pandemia, ogni giorno si assiste a scenari drammatici che sconvolgono la vita a intere famiglie. Katia è una delle tantissime vittime che sono state annientate dal crudele coronavirus e la sua storia racchiude la sofferenza di molte altre persone. È importante ricordare le storie, gli affetti e i sogni di ogni singola vittima affinché le loro memorie non vengano mai spente.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!