Iscriviti
Napoli

Coronavirus: in viaggio da Milano verso Napoli, 15 persone su 60 positive al test

In autostrada sono stati fermati dei casi positivi da Coronavirus. Sono circa 15, su 60 controlli effettuati, e sono già stati segnalati all'ASL che approfondirà la questione.

Cronaca
Pubblicato il 4 maggio 2020, alle ore 19:28

Mi piace
Coronavirus: in viaggio da Milano verso Napoli, 15 persone su 60 positive al test

Oggi, 4 maggio, ha avuto inizio la Fase 2 relativa alla pandemia da Coronavirus. I cantieri, i punti di ristorazione, ed alcuni negozi hanno aperto, salvaguardandosi con le dovute misure di sicurezza, e hanno ripreso a circolare con più frequenza i treni per consentire lo spostamento tra le varie regioni.

I controlli delle forze dell’ordine proseguono anche sulle autostrade, con controlli a tappeto delle temperature tramite i termometri laser. Verso le ore 13.12 è arrivato a Napoli un Frecciarossa proveniente da Milano e tutti i passeggeri sono stati sottoposti ai controlli. 

Coronavirus: 15 positivi da Covid-19 in autostrada

Tra i controlli effettuati in autostrada, circa 15 persone su 60 sono risultate positive al Coronavirus. Queste ultime sono state segnalate all’ASL per gli ulteriori accertamenti. Sui treni, invece, per il momento non risultano esserci particolari problemi: nessuno aveva la febbre al di sopra dei 37.5 gradi. 

Ci sono altri due treni da controllare: se ne aspetta uno proveniente da Torino, e un altro verso mezzanotte da Milano per un totale di circa 350 passeggeri. Sono girate su internet le notizie che ci sarebbero anche dei casi positivi sui treni provenienti da Milano, tuttavia la notizia non appare né su giornali ufficiali, né su siti del Ministero. Pertanto, molto probabilmente, si tratta di fake news.

Al momento, la situazione è tenuta sotto stretta sorveglianza con controlli al tappeto. I positivi potrebbero anche essere di più, in quanto non si controlla la singola auto che viaggia in autostrada per evidenti complicazioni nella gestione del traffico: tuttavia, i casi sospetti sono e continueranno ad essere segnalati all’ASL per ridurre i rischi di contagio al minimo. La Sicilia ha chiuso i confini nei confronti delle altre regioni, pertanto i treni scenderanno massimo fino alla Calabria. Anche quest’ultima regione sarà da tenere sotto controllo per evitare l’addensamento di passeggeri.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!