Iscriviti

Coronavirus: i dati del bollettino del 24 Aprile

Il bollettino della Protezione Civile sul nuovo Coronavirus conferma l'andamento positivo con un leggero peggioramento dei dati rispetto al 23 aprile.

Cronaca
Pubblicato il 24 aprile 2020, alle ore 19:19

Mi piace
3
0
Coronavirus: i dati del bollettino del 24 Aprile

Altro giorno, altro bollettino. Il Coronavirus ci costringe ad aspettare con ansia i bollettini che ogni giorno escono nel pomeriggio circa l’andamento della situazione legata alla pandemia da Covid-19. Le cifre e i grafici sono stati pubblicati sul sito della Protezione Civile e non fanno altro che confermare il trend positivo degli ultimi giorni, anche se i dati sono leggermente peggiorati.

La differenza principale è che sono stati effettuati meno tamponi, ma i positivi riscontrati sono in numero maggiore. Questo significa un incremento sensibile del rapporto nuovi positivi/tamponi effettuati di un punto percentuale. 

Bollettino Coronavirus 24 aprile 2020

La notizia positiva è che il rapporto di cui sopra è rimasto comunque sotto il 5%, pertanto è comunque una notizia positiva. I guariti sono 2.922, 111 in meno rispetto a quelli di ieri. I nuovi casi sono saliti a 3021 (+375 rispetto a ieri). I decessi, invece, continuano a diminuire: sono 420, ben 44 in meno rispetto alle morti registrate ieri. Gli attualmente positivi, cioè i nuovi casi sottratti dei decessi e dei guariti, continua ad essere al di sotto dello zero con -321, con un aumento, però, di +530 rispetto alla giornata di ieri. 

I dati, dunque, sono leggermente peggiori, tuttavia è importante continuare a guardare l’andamento complessivo e non il giorno singolo: potrebbe essere un semplice caso isolato o potrebbero esserci altri fattori esterni che abbiano influito momentaneamente in negativo. 

Al momento, in Italia, i casi totali sono 192.994, mentre i guariti hanno superato la soglia dei 60 mila, con un numero di decessi prossimo ai 26 mila. A questo punto, bisogna continuare a rispettare le norme adottate per limitare il più possibile il numero di contatti con le altre persone al di fuori del proprio nucleo familiare e sperare nel buon senso di tutti i cittadini italiani. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Francesco Menna

Francesco Menna - Non fatevi scoraggiare dai dati leggermente negativi rispetto a ieri. Il numero degli attualmente positivi continua ad essere al di sotto dello zero, quindi è segno che comunque siamo sempre più vicini alla cosiddetta fase due. Non sottovalutate, però, la situazione: non possiamo ancora permetterci di girare liberamente per la città.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!