Iscriviti

Coronavirus, bollettino Italia: oggi 15 dicembre 14.844 nuovi casi e 846 decessi

Nelle ultime 24 ore c'è stato un nuovo incremento dei morti a causa del Covid-19, mentre continuano a calare i ricoverati in terapia intensiva (-92) e quelli nei reparti ordinari (- 423). Sono stati eseguiti 162.880 tamponi nella giornata appena trascorsa.

Cronaca
Pubblicato il 15 dicembre 2020, alle ore 17:45

Mi piace
0
0
Coronavirus, bollettino Italia: oggi 15 dicembre 14.844 nuovi casi e 846 decessi

Continuano ad essere drammatici i numeri dell’emergenza Covid-19 in Italia. Oggi 15 dicembre si registrano altri 846 decessi a causa del Sars-CoV-2, mentre sono 14.844 i nuovi casi di positività accertati. La situazione resta quindi molto delicata.

Ci sono però dei dati che continuano ad essere positivi, come il calo dei ricoverati in terapia intensiva, che oggi diminuiscono di 92 unità. Giù anche il numero dei ricoveri nei reparti ordinari, che nelle ultime 24 ore ha fatto registrare meno 423 unità. Nella giornata appena trascorsa sono stati eseguiti 162.880 tamponi. Il rapporto tra positivi e test effettuati è del 9,1%

I casi attualmente positivi al Covid in Italia sono 667.303.  Di questi, 27.342 sono i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi e 3.003 quelli in terapia intensiva. La situazione viene costantemente monitorata dalle autorità sanitarie e dal Ministero della Salute, che invitano la popolazione a rispettare le regole, in quanto il virus circola ancora in maniera importante in tutta Europa. La seconda ondata ha avuto un impatto devastante in tutto il mondo. 

In Veneto la situazione precipita

E intanto è il Veneto che ormai da diversi giorni risulta essere la regione con più casi giornalieri relativi all’infezione da Sars-CoV-2. Oggi 15 dicembre le autorità locali hanno registrato altri 3.320 casi e 165 morti. Anche il governatore Luca Zaia si è detto estremamente preoccupato per quello che si sta verificando, e non ha escluso ulteriori restrizioni se il contagio non dovesse fermarsi in questi giorni. Nelle ultime 24 ore sono tornati ad aumentare anche i contagi in Lombardia, dove si registrano altri 2.404 casi di positività. Il Piemonte e la Campania fanno registrare rispettivamente 1.106 e 647 nuove infezioni. 

Sulla situazione nel nostro Paese è intervenuto questo pomeriggio Giovanni Rezza, direttore generale della Prevenzione presso il Ministero della Salute, il quale, parlando durante la conferenza settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità, ha detto che ancora non è sicuro che a genanio le scuole potranno riaprire del tutto. L’esperto ha dichiarato che siamo ancora oltre la soglia critica circa l’occupazione delle terapie intensive. 

Per questo il Governo è pronto a varare una nuova stretta in vista del Natale, in quanto i numeri non fanno stare assolutamente tranquilli. Nelle prossime ore saranno decise definitivamente le misure da adottare durante le festività natalizie, che saranno all’insegna della sobrietà e senza gli assembramenti che hanno contraddistinto gli altri anni. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Continua ad essere molto seria la situazione Covid in Italia, per questo c'è bisogno di continuare a rispettare le regole se si vuole evitare il contagio. Il Governo sta pensando ad una nuova stretta per Natale, i cui dettagli definitivi dovrebbero arrivare entro stasera o al massimo domani 16 dicembre. I morti sono ancora troppi per poter abbassare la guardia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!